Battery – Recensione: Armed With Rage

I Battery sono quattro thrasher danesi di belle speranze, dotati del fondamentale dono del tiro ritmico. Dopo anni di demo autoprodotti, ed un EP pubblicato in sordina, giungono al contratto con la nostra Punishment 18 che ancora una volta si dimostra lungimirante nello scovare talenti in grado di far bella figura all’interno dei canoni dello speed-thrash di maniera.

I quasi quaranta minuti di “Armed With Rage” contengono infatti il tutti i dettami del genere: ritmiche veloci, cambi di tempo incalzanti, riffing compatto e aggressivo, e vocals sofferenti come una spina conficcata nella carne viva.

Se pare impossibile quindi trovare un qualsiasi punto di merito alla voce originalità non c’è nulla da recriminare se si parla di spirito e atteggiamento; ben poche band hanno infatti mostrato di recente tanta voglia di pestare duro, ma con criterio e credibilità (un paragone plausibile possono essere certi Warbringer dei primi album). Canzoni come l’iniziale “Narcotic Mirage”, per gran parte strumentale, o la eccellente “Indirect Oppression”, hanno dalla loro una passione palpabile che riescono a trasmettere a chi ascolta con il giusto linguaggio musicale.

Se infatti abbiamo parlato di speed e thrash, nella miscela presentata dai Battery sono comunque ben udibili rimandi al thrash-core e a certe caratteristiche del thrash-death primordiale. Un blend di elementi che magari non farà gridare al miracolo, ma permette comunque al gruppo di muoversi attraverso un minimo di varietà e non riproporre per dieci volte la stessa formula.

“Armed With Rage” è così un disco massiccio e brutale, ma anche dinamico e sufficientemente variegato. Quel tanto che basta per non stancare da subito, anzi, capace di crescere ascolto dopo ascolto infilandovisi pericolosamente in testa per restarci a lungo.

Voto recensore
7
Etichetta: Punishment 18 Records

Anno: 2014

Tracklist:

01. Narcotic Mirage
02. Armed With Rage
03. Indirect Oppression
04. Halo Of Hypocrisy
05. Hostile By Content
06. Vermin Of Fukushima
07. Pyramids Of Decept
08. Sense Eclipsed
09. Zombestial Incantation
10. Genocidal Gatlin Gunners


Sito Web: https://www.facebook.com/batterythrash

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login