Trauma – Recensione: Archetype Of Chaos

Regolari nelle loro scadenze, i Trauma infatti escono ogni due o tre anni circa con un nuovo full lenght, ora ci presentano “Archetype Of Chaos” che viene prodotto dalla Watching Hour Productions. Otto canzoni (il primo è un intro) nelle quali fanno sfoggio di tutto il loro repertorio, al quale però aggiungono qualche elemento come la presenza qui e li del synthetizer, anche se francamente ne avrebbero potuto fare a meno, poichè stona con la loro proposta musicale che invece è “ruvida” e diretta. Apprezzabile è la loro volontà di fare un death metal moderno che somigli il meno possibile a gruppi di grande successo della loro patria, la Polonia, la terra degli storici Vader. Il risultato però lascia un po’ a desiderare, la sensazione è che non si lascino andare completamente, che si siano trattenuti. Inoltre, a livello compostivo, si trovano dei passaggi non sempre indovinati, come ad esempio in “Cortex Deformation”, dove però troviamo come elemento di pregio il solo eseguito da Konrad Rossa uno dei due guest del cd. I nostri non disdegnano nemmeno le manifestazioni di tecnicismo, ma sempre fatte con discrezione. Bella ed articolata “War Machine”, così come “Portrait Of The Lies” dove il synth riesce a trovare la sua giusta collocazione. Ottime le accelerazioni della batteria, così come il growl corposo ma comprensibile, non sempre invece convincenti i riff, così come i sopracitati cambi. Un disco con qualche neo, ma apprezzabile ed interessante nel suo complesso.

Voto recensore
7
Etichetta: Witching Hour Productions

Anno: 2010

Tracklist: 01.Intro ( White Architect)
02.Cortex Deformation
03.A Dying World
04.War Machine
05.The Slime
06.The Truth Murder
07.Tabula Rasa
08.Portrait Of The Lies
09.Destruction Of The Demented World

Sito Web: www.myspace.com/traumaprofile

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login