Adagio – Recensione: Archangels In Black

In principio fu “Sanctus Ignis”, con i suoi sinfonicismi. Poi arrivò “Uderworld”, baciato dalla raffinatezza. Infine “Dominate”, la rabbia progressiva. Nel 2009 gli Adagio concentrano tutto il passato in un album, “Archangels In Black”, la summa della propria musica e probabilmente il proprio capolavoro. La band francese, guidata dal chitarrista Stephan Forté, stupisce con questo disco, artisticamente maturo e complesso, proponendo nove gioielli di power prog metal sinfonico. Gli Adagio tallonano da vicino i maestri del genere Symphony X, che fino a qualche tempo fa sembravano lontani anni luce per qualità compositiva. Invece “Archangels In Black” ci rivela una band in forma smagliante, capace di creare brani praticamente perfetti, impreziositi da melodie vincenti, ma mai scontate, chitarre aggressive, ritmiche progressive ed orchestrazioni magniloquenti. L’ingresso dell’opener “Vamphyri”, con suoni di chitarra thrash ed inserti growl, è un incipit violento, che lascia incredibilmente spazio nella parte centrale a fughe di pianoforte di classe. “Archangels in black” alterna canzoni tesissime, in cui sono le chitarre di Forté a dettare legge, a momenti più intimisti e sinfonici. L’intro della title track sembra preso direttamente da un opera di Tchaikovsky, tanto è istintivo e raffinato, ma non manca la consueta accelerazione a sancire la rabbia di una band, che sembra essersi finalmente liberata dalle proprie catene. L’angelo nero ritratto in copertina è la metafora perfetta di un album oscuro, che ti ammalia e ti incanta con i passaggi di musica classica, per poi affondare il coltello con le liriche di Christian Palin, che recitano furia e disperazione. La lunga suite “Codex Oscura”, dieci minuti di architetture ritmiche ed un’apertura corale nel refrain, non lesina in emozionalità grazie al pianoforte di Kevin Codfert (sempre presente nel disco), davvero un keyboard player con i controfiocchi. “Archangels In Black” è un disco trascinante e devastante, che si colloca in vetta alle uscite del genere. Assolutamente sublime.

Voto recensore
8
Etichetta: Listenable Records / Audioglobe

Anno: 2009

Tracklist:

01. Vamphyri

02. The Astral Pathway

03. Fear Circus

04. Undead

05. Archangels In Black

06. The Fifth Ankh

07. Codex Oscura

08. Twilight At Dawn

09. Getsu Senshi


Sito Web: http://www.myspace.com/adagioofficial

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login