Bobaflex – Recensione: Apologize for Nothing

Non è bello che ci sia ancora qualcuno che suona nu-metal? In fondo il genere è ormai morto e sepolto, e tolti i 3-4 gruppi che ancora riescono a passare alla cassa ad ogni uscita nessuno segue più il genere. E per un revival è decisamente troppo presto (eh già, prima o poi ci sarà un revival anche del nu-metal in cui vi spacceranno Fred Durst come uno che ha guidato una generazione, rassegnatevi), per cui non si può certo accusare i Bobaflex di seguire un carrozzone. Di quel carrozzone hanno visto passare l’ultimo vagone, l’hanno osservato mentre spariva all’orizzonte, hanno fatto ciao ciao con la manina e poi sono scesi in cantina a cercare di imitare i ragazzotti in vestiti XL che avevano visto dentro i finestrini. E volete saperlo? Ci riescono pure bene! Come riferimento principale citerei i Disturbed, visto che la musica proposta si compone principalmente di riffoni ribassati e ritornelli anthemici declamati con aggressività. C’è anche qualche eco di Amen, ma soprattutto ci sono una aggressività genuina e una buona capacità di scrivere canzoni, a volte efficacemente violente come ‘Six Feet Underground’ o ‘Turn The Heat Up’ (ritornellone da concerto come non se ne sentivano da un po’), altre più melodiche, ma senza mai abbassare troppo il tiro, come ‘Bright Red Violet Sex’ e ‘Family’, in altri casi più originali e ricercate come ‘Guns Ablazin’, che risulta la traccia più personale dell’intero lavoro.

Insomma un disco piacevole nel suo riproporre un suono che, nonostante l’etichetta, suona datato e legato a un certo periodo, ma non per questo annoia: l’attitudine è quella giusta, e il songwriting è buono e sufficientemente vario, per cui ben vengano questi Bobaflex, che in effetti non hanno nulla di cui scusarsi, tanto il biglietto per quel treno non l’avevano mai pagato!

Voto recensore
7
Etichetta: TVT Records/Edel

Anno: 2005

Tracklist:

01. Six Feet Underground
02. Better Than Me
03. Bright Red Violet Sex
04. Bullseye
05. Guns Ablazin'
06. Got You Trapped
07. Turn The Heat Up
08. Family
09. Guardian
10. Medicine
11. Don't Lie Down With Dogs
12. Rescue You


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login