Kaledon – Recensione: Antillius – The King Of The Light

I Kaledon sono da anni ormai sinonimo di professionalità e passione. Dopo un inizio di carriera col freno a mano tirato, anche dovuto all’inesperienza, la band romana è cresciuta esponenzialmente album dopo album, costruendosi attorno un buon numero di fans ed acquistando credibilità anche nella terra del Sol Levante in ambito power metal. E “Antillius: The King Of The Light” è l’ottavo lavoro in dodici anni di carriera: davvero un traguardo niente male. I nostri mantengono intatta la vena epica, ormai marchio di frabbrica della propria musica, ma rispetto al predecessore uscito lo scorso anno, il nuovo nato è maggiormente studiato a livello di songwriting ed arrangiamento.

Se con il concept dedicato ad “Altor” i Kaledon ci avevano proposto un power speed e diretto, con “Antillius”, si dirigono verso un sound più atmosferico e ricco in fase solista. Il singolo ed opener “The Calm Before The Storm” (qui il video) si ricollega al passato e risulta il brano più immediato, ma forse anche il meno appagante del lotto. La forza delle song sta sempre in linee melodiche di facile presa (come nella happy power “The Party”), ma sono gli inserti di organi tenebrosi a creare atmosfere magniloquenti e solenni, come recentemente ascoltato anche nei Powerwolf. Davvero riuscita in questo senso la dirompente “The Evil Conquest”, dotata di un incedere massiccio nel guitar riff di Alex Mele ed un blast beat furioso nella strofa. La timbrica particolare di Marco Palazzi viene sorretta nei passaggi più epici dai cori, ma è nella magnifica “Elizabeth”, che i Kaledon trovano la quadratura del cerchio in una song emozionante, battagliera, arricchita da una voce femminile ed arrangiamenti sinfonici sfavillanti.

“Antillius: The King Of The Light” soddisferà pienamente i fans della band e gli appassionati del symphonic power metal, pur non inventando nulla di nuovo ed inciampando in un paio di cliché (come il ritornello cantato in italiano di “The Angry Vengeance”). Nella musica l’impegno, la dedizione ed il lavoro non bastano per emergere, i Kaledon ne sono la conferma lampante. Per restare così a lungo sulla scena e sfornare sempre dischi appetibili, sono necesarie anche qualità tecniche, buone idee in fase di songwriting e una certa dose di personalità. Ed i nostri ne hanno da vendere e sono destinati a crescere ancora.

Voto recensore
7
Etichetta: Scarlet Records / Audioglobe

Anno: 2014

Tracklist:

01. In Aeternum

02. The Calm Before The Storm

03. Friends Will Be Enemies

04. Elisabeth

05. New Glory Fot The Kingdom

06. The Party

07. The Evil Conquest

08. Light After Darkness

09. The Angry Vengenace

10. My Will

11. The Glorious Blessing

12. The Fallen King

 


Sito Web: www.kaledon.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login