Dead Ronnies – Recensione: Another Sip

Avevamo parlato per la prima volta degli emiliani Dead Ronnies in occasione dell’uscita di un loro demo di quattro pezzi un paio di anni fa. Ora la band è tornata con un lavoro più lungo e complesso, che riprende i quattro brani del demo e aggiunge dei tasselli alla storia del gruppo.

Di positivo c’è da dire che, soprattutto per quanto riguarda i brani nuovi, i Dead Ronnies dimostrano di essersi guardati intorno e di avere cercato di esplorare più generi. Se in un primo momento di poteva dire di loro che la loro musica fosse legata soprattutto a gruppi come Turbonegro e Backyard Babies, “Another Sip” mostra un’apertura verso generi come hard blues e southern rock (come dimostra ad esempio “Korova Milk Bar”), mentre il duetto con voce femminile in “Come Back” aggiunge intensità a un brano già di per sé interessante. Prevalgono i ritmi veloci e l’album, dalla durata  complessiva comunque piuttosto breve, non stanca mai. Anche  l’artwork di copertina e il booklet meritano di essere citati sia per la cura nella realizzazione che per lo stile, che fa venire in mente un blocco di appunti su cui fermare immagini e sensazioni con la massima spontaneità. La spontaneità però rischia di diventare un’arma a doppio taglio, e a risentirne è soprattutto la qualità della produzione dell’album. Questo è il fattore da migliorare decisamente in una prossima occasione; è vero che i Dead Ronnies sono una band che sa perfettamente il fatto suo in sede live, ma per fare il famigerato salto di qualità c’è da lavorare su questo fronte.

Voto recensore
6
Etichetta: Creative Commons

Anno: 2013

Tracklist:

01. Cross My Heart And Hope To Die
02. Down My Road
03. Korova Milk Bar
04. Come Back
05. Blame It On Rock N Roll
06. Alive
07. Raw Sugar
08. Another Sip
09. Nipples
10. Just Like Before


Sito Web: https://www.facebook.com/dead.ronnies?fref=ts

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login