Ancient Wisdom – Recensione: And The Physical Shape Of Light…

Non è detto che l’oscurità più pericolosa sia quella dall’aspetto spaventoso e violento che tanto Black metal cerca, a volte con successo, di propagandare. Ci sono forme più sottili e seducenti pronte a ghermire le anime degli incauti… Con ‘And The Physical Shape Of Light Bled’, Marcus Norman tende una trappola abilmente mascherata da operetta in nero, morbosa rappresentazione di una tragedia romantica come la notte. Gli archi e il piano disegnano vellutate spirali verso gli inferi, mentre la chitarre ricamano lunghi fraseggi carichi di pathos… Non è necessario scatenare furiose accelerazioni, perché l’ascoltatore (vittima inconsapevole del fatale incantesimo) è fin dal primo momento destinato alla perdizione. Danza con un crudele destino, chi si avvicina a queste note. Crudele quanto l’inganno, giacchè; le reali intenzioni di una tale sinfonia di tenebra sono malvagie ed infine svelate dal grandioso pathos metallico (ottenuto con magistrale snellezza nelle orchestrazioni) di ‘The Spell’: ‘under the spell, the mark of the Beast is upon you, now’. Si tratta di una cover dei Demon, ma il messaggio è perfettamente in sintonia con lo spirito nero degli Ancient Wisdom.

Voto recensore
7
Etichetta: Avantgarde Music

Anno: 2000

Tracklist:

Tracklist: Preludium . Lucifer, Aieth Gadol Leolam / And The Physical Shape Of Light Bled / With His Triumph Came Fire / Interludium - The Fall Of Man / As The Morningstar Shineth / The Serpent's Blessing / Postludium - His Creation Reversed / The Spell


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login