Altair – Recensione: Descending – A Devilish Comedy

Power prog metal o prog power metal, questo è il dilemma. Il nuovo disco degli Altair è sempre in bilico tra i due generi, cambiando pelle e sterzando ora dolcemente ora prepotentemente dall’una all’altra strada. Rispetto all’esordio “Lost Eden”, “Descending: A Devilish Comedy” è un album molto tecnico, probabilmente più maturo, con tante luci ed alcune ombre, che impediscono alla band emiliana di raggiungere il top.

I tempi del disco sono abbastanza sostenuti, con la doppiacassa che detta legge ed il resto dei musicisti a trovare il proprio spazio all’interno delle canzoni. Le tastiere si lasciano andare in virtuosismi accattivanti, utilizzando talvolta alcuni temi arabeggianti, tanto cari ai Kamelot, come nell’opener “Path Of Worm“. Non ci tragga in inganno, però, l’inizio di “Descending: A Devilish Comedy“, perché gli Altair sono spesso e volentieri accostabili ai Symphony X, grazie ad un riffing roccioso e ad una ritmica serrata, in cui si inserisce la voce di Simone Mala, che si muove spesso e volentieri su tonalità alte. Ho apprezzato soprattutto le song che cercano di vincere non solo con la tecnica, ma attraverso l’atmosfera, creata appunto dagli arrangiamenti e da linee melodiche emozionanti ed, a tratti, moderne, come in “Godless“. I nostri non si perdono troppo in lungaggini e ci presentano solo otto song, a conferma di voler puntare tutto sull’impatto e sulla potenza, ma quello che manca, probabilmente, nell’arco di tutto “Descending: A Devilish Comedy” è qualche refrain killer, in grado di trasformare una buona song in una hit.

Il ritorno degli Altair è sicuramente degno di attenzione per i fan del power prog metal. “Descending: A Devilish Comedy” è un album di tutto rispetto, costruito con testa e muscoli, ma a cui manca, a detta di chi scrive, un pizzico di classe in più nel songwriting per risultare imperdibile. Ancora promossi, comunque, e con ampi margini di crescita.

 

Voto recensore
6,5
Etichetta: Sleazy Rider Records

Anno: 2017

Tracklist: 01. Descending 02. Path Of Worms 03. Limbo 04. Seven 05. Godless 06. Seed Of Violence 07. Flame Of Knowledge 08. Frozen Graves 09. A Lesson Before Ascending

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login