The Ancient Gallery – Recensione: Alles Ist Nicht

Terzo album per The Ancient Gallery, combo tedesco attivo da qualche anno ma sempre con risultati scarsi in termine di fama, vendite e qualità. Presenti nel bill del grandissimo festival di Sziget (isola vicino Budapest, ndr) dove si esibirono davanti a 500.000 persone (notizia presa dal sito ufficiale, ndr). Questo ‘Alles Ist Nicht’ non si discosta da una virgola da i suoi predecessori dimostrando anche un certo immobilismo stilistico e mancanza di originalità da parte del combo tedesco. E’ indubbio che per inquadrare musicalmente l’album bisogna citare i New Order e l’electro-pop anni ’80, inserti gotici presi dai Lacrimosa e una buona spruzzata di industrial "easy listening", ovvero quello più orecchiabile e scarno di distorsione. Ma c’è una band a cui si ispirano principalmente: i Rammstein! Voi direte che il cantato in tedesco è fondamentale per accostare le due band, ma non è così. Per semplificare possiamo dire che The Ancient Gallery sono la versione leggera dei Rammstein: niente distorsioni pesantissime, niente riff schiacciasassi ma in cambio melodia e elettronica in dosi da caserma. Inutile dire che tutto è prodotto e registrato in maniera perfetta ma ciò non basta a renderlo un lavoro sopra la media o almeno sufficiente. Le dodici tracce non scorrono facilmente ed è difficile che l’ascoltatore possa essere attirato da un passaggio particolarmente bello o da una melodia particolarmente accattivante. Prodotti come questo possono riscuotere successo in particolari contesti come la Germania o l’Inghilterra dove c’è maggiore cultura per sottogeneri come questi. Bisogna anche aggiungere che le canzoni sono strutturate in maniera abbastanza complessa e non sono certo spazzatura; le potenzialità ci sono ma sono affossate dal "voglio fare un pò di tutto ma non faccio niente" che limita moltissimo i tedeschi. In definitiva non ci sentiamo di consigliarlo a nessuno proprio perchè non è c’è una chiara direzione stilistica.

Voto recensore
5
Etichetta: Dark Wings Records

Anno: 2004

Tracklist: 1. MIT MIR
2. VORWARTS
3. WAS WIR WOLLEN
4. TEIL DES GANZEN
5. NIRGENDWANN
6. ICH LEER
7. ALLES IST NICHTS
8. LESS ES
9. DRUCK (25-TORR)
10. VERY HARD TO... (FEAT. KAMIKAZE 52)
11. KOPFDELAY
12. NICHTS

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login