Airbourne – Recensione: Breakin’ Outta Hell

Quando si parla di Australia, non si può fare a meno di pensare ai canguri, ai ragni giganti, ai surfisti e, come nessun metallaro potrà negare, agli AC/DC di Angus Young. Dall’Australia, però, arrivano anche gli Airbourne, che dagli AC/DC traggono ispirazione, ma che hanno anche saputo conquistarsi un pubblico sempre più vasto, album dopo album.

Con il nuovo “Breakin’ Outta Hell” la band non intende rinunciare alle sue caratteristiche distintive, che li vedono padroni di un hard rock potente e trascinante, con una serie di lyrics azzeccatissime all’insegna del divertimento, della libertà, della voglia di fare casino.
La title track “Breakin’ Outta Hell” parla proprio della fuga dalle rogne di tutti i giorni, con un esordio vincente a suon di schitarrate e l’immancabile urletto di Joel O’Keeffe ad aprire le danze.
Il lato vincente dell’album sono senza dubbio i ritornelli da ricordare al primo ascolto, sottolineati dalla voce roca del buon Joel, frontman capace di fare il diavolo a quattro tanto in studio quanto dal vivo.
E così, mentre “Rivalry” e “Get Back Up” mostrano il lato più aggressivo, conflittuale e incazzato del disco, brani come “It’s never Too Loud For Me”, “Down On You” o “When I Drink I Go Crazy” sprigionano un’energia godereccia e incontenibile, impossibili da ascoltare stando fermi.
Da sottolineare anche “Thin The Blood”, brano tiratissimo dall’inizio alla fine, e la conclusiva It’s All For Rock N’ Roll”, vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti della musica preferita dagli Airbourne. Se mai ci fosse stato bisogno di conferme.

Quando un prodotto è ben riuscito come “Breakin’ Outta Hell”, è facile sorvolare su una certa ripetitività delle formule stilistiche che lo caratterizzano, tra riff di chitarra coinvolgenti, una batteria quadrata e precisa e ritornelli anthemici.
Diventa invece preponderante l’impressione che questo disco con conosca pause, mantenendo alti dall’inizio alla fine il livello di adrenalina e la voglia di bere e fare headbanging per tutta la notte. In questo, ne siamo certi, gli Airbourne non possono che essere degni eredi della storica band di Young & Co.

airbourne-breakin-outta-hell

Voto recensore
7
Etichetta: Spinefarm Records

Anno: 2016

Tracklist: Tracklist - 01.Breakin’ Outta Hell 02.Rivalry 03.Get Back Up 04.It’s Never Too Loud For Me 05.Thin The Blood 06.I’m Going To Hell For This 07.Down On You 08.Never Been Rocked Like This 09.When I Drink I Go Crazy 10.Do Me Like You Do Yourself 11.It’s All For Rock N’ Roll
Sito Web: http://airbournerock.com/

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login