Ruud Cooty – Recensione: Aftermath

Progetto solista per l’ex cantante dei Kenziner Stephen Fedrick che si avvale della collaborazione del guitar hero David T. Chastain. Fedrick si cimenta in un polveroso hard rock che mette in risalto una voce tipicamente AOR. Non mancano episodi di southern rock blues e di rock tradizionale di forte matrice USA, basati su una voce alcolizzata e polverosa. La melodia non manca e anche le basi ritmiche e soliste sono degne di nota. Dunque un ritorno al passato e controcorrente per Fedrick che ci propone una musica divertimento e sballo (basti pensare a canzoni come ‘Dynamite In Jeans’, ‘ Beggars And Thieves’) in un periodo in cui sembra che il power progressive stia invadendo il mercato. Certo non un disco fenomenale ma sicuramente composto di canzoni oneste e che mettono il buon umore per la loro orecchiabilità e per le atmosfere americaneggianti e soleggiate che rievocano.

Voto recensore
6
Etichetta: Lucreatia

Anno: 2002

Tracklist: Fell No More
Dinamite In Jeans
Tell Me Why
Beggars And Thieves
Crying Through Another Heartbreak
Trouble
Aftermath
Six Foot, Blonde And Blue Eyes
Red, White And Blues
Shoot’em Up
All About You
Deep Blue Horizon

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login