Boysetsfire – Recensione: After The Eulogy

I Boysetsfire sono un gruppo importante, uno di quelli che per primi si sono trovati appiccicati addosso l’etichetta "emocore", e che per questo hanno avuto peso nel definirne il suono, i valori e le misure. Come nel più classico dei casi discografici legati ad una definizione, qualcosa finisce per smettere di funizonare , e i Boysetsfire si divincolano mettendo a punto un meccanismo (questo disco) composto di parti diverse e dipinto coi colori della rabbia e dell’impegno sociale, ma decisamente "oltre" l’emocore e qualsiasi cosa ad esso si leghi. This is hardcore, per riprendere il titolo di un disco di un terribile gruppo brit-pop di qualche anno fa (i Pulp), e di quello suonato con classe, cuore e cervello. ‘After The Eulogy’ esprime lo stadio terminale della rabbia e della repressione, lo stadio che si trova appena prima della rivolta, generalmente. La title-track richiama l’attenzione su uno schema vicinissimo ai Vision Of Disorder, feroce e sostenuto da un ritmo martellante e tribale, ma già dal secondo pezzo ‘Rookie’ le cose cambiano, e continueranno a farlo di traccia in traccia attraverso i 47 minuti dell’album. Spuntano qui e là i Man Will Surrender, gruppo che non ha mai raccolto quello che ha saputo seminare, e -sorpresa!- due pezzi come ‘When Rhetoric Dies’ e ‘My Life In The Knife Trade’ si srotolano lungo le coordinate che amiamo/odiamo chiamare, ancora una volta, emocore. Grande impeto lirico, struttura lineare, melodia e chitarre. Banale? Nient’affatto, ed è semplice dimostrarlo: basta aprire il booklet e leggere i testi intensi e lluminanti, che parlino di multinazionali o dei cari vecchi "rapporti personali ". ‘After The Eulogy’ fa quindi della versatilità la propria arma migliore, ma rischia che diventi anche il punto debole più esposto. Gran disco se saprete accostarvi con aspettative aperte, ma meglio cercare comunque di ascoltarlo prima.

Voto recensore
7
Etichetta: Victory/White'n'black

Anno: 2000

Tracklist:

Tracklist: After The Eulogy / Rookie /Pariah Under Glass / When Rhetoric Dies / Still Waiting For The Punchline / The Abominations Of Those Virtuous / Our Time Honored Tradition Of Cannibalism / (Compassion) As Skull Fragments On The Wall / My Life In The Knife Trade / Across 5 Years / 12 Step Hammer Program / Unspokne Request / The Force Majeure


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login