Cayne – Recensione: Addicted EP

Il ritorno che non ti aspetti! “Addicted” è infatti la prima testimonianza discografica dei redivivi Cayne (peraltro attivissimi in sede live) dai tempi dell’esordio “Old Faded Pictures” di ormai dieci anni fa ed è un ritorno con i “contro-cosiddetti”.

Cercando di evitare ogni luogo comune il guitar work di Claudio Leo e Marco Barusso è sicuramente vicino ai Lacuna Coil più melodici (band a cui i Cayne sono legati a doppio filo e con i quali stanno affrontando proprio in questi giorni un tour italiano) mentre nelle ritmiche l’andamento è più moderno (quasi Nevermore nelle parti tirate) anche se legato alla tradizione gothic. Ottima davvero la prova del vocalist Giordano Adornato ed un plauso sincero anche alla produzione profonda, piena e professionale; 19 min. sono purtroppo pochi se relazionati alla qualità dei pezzi con una trascinante title track a trainare un EP convincente nella sua interezza e che fa presagire un full length tutto da gustare (in questo senso speriamo che la particolare integrazione del violino elettrico sia ancor più marcata).

Da non sottovalutare anche un certo appeal commerciale dei pezzi per una band che può davvero dire la sua all’interno di una scena italiana che a piccoli passi prova a schiodarsi dal suo status provinciale.

 

Voto recensore
7
Etichetta: Edizioni Oyez!

Anno: 2011

Tracklist:

01. My Damnation

02. Addicted

03. Together As One

04. In My Eyes Return (live version)


Sito Web: http://www.cayne.it

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login