Abhor – Recensione: Occulta ReligiO

“Occulta ReligiO”, settimo album in studio dei padovani Abhor, conferma la band come una solida e interessante realtà nel panorama black metal nazionale. Pur legati ai canoni della tradizione, i veneti hanno manifestato un approccio del tutto personale ad ogni album, lasciando che la matrice black andasse di volta in volta a contaminarsi con sinistre melodie e quel feeling magico e misterioso che allinea il gruppo ad altri celebri collettivi italiani come Death SS e Mortuary Drape.

Non si reinventano gli Abhor, ma ancora una volta creano un impatto emotivo altissimo con la semplice estetica delle melodie, che rendono il tutto piacevole senza mai risultare invasive, nè snaturando la natura maligna a loro propria. “Elemental Conjuring” dà inizio alle danze macabre con i tappeti di riff serrati tessuti da Domine Saevum Graven, mentre la voce di Ulfhedhnir subito si rende versatile con alcune parti di pulito recitato. Emerge un organo diabolico, “gobliniano” a tratti, che perfettamente si adatta al contesto.

La successiva “Fons Malorum” presenta ritmi più lenti e se vogliamo “orecchiabili”, lasciando ancora il giusto spazio agli strumenti di contorno. Il mood ritualistico dell’album raggiunge il climax in “Demons Forged From The Smoke”, brano dagli iniziali risvolti doomish che poi acquista notevole potenza, sfociando in un intenso finale dove ancora emerge l’organo e la voce si fa davvero abrasiva.

Il finale riserva gli episodi più epici, “Black Bat Recalls” e la titletrack, la prima un tipico brano black vecchio stile e dal taglio orrorifico, la seconda più cadenzata. Entrambe fanno registrare l’uso di cupi cori monastici che accentuano la natura inquietante dei brani, oltre all’organo che funge ancora da ottima appendice. Gli Abhor proseguono con determinazione e coerenza lungo un sentiero che li ha visti attraversare oltre due decenni di musica.

Voto recensore
7
Etichetta: Iron Bonehead Productions

Anno: 2018

Tracklist: 01. Elemental Conjuring 02. Fons Malorum 03. Engraved Formulas 04. Demons Forged from the Smoke 05. Exemplum Satanicus 06. Black Bat Recalls 07. Occulta religiO
Sito Web: https://www.facebook.com/abhor666/

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login