Deadsoul Tribe – Recensione: A Lullaby For The Devil

Dopo il nero più nero (in tutti i sensi) di ‘The Dead Word’ i Deadsoul Tribe ci riprovano partendo dagli antipodi sia graficamente (copertina bianco sporco) sia stilisticamente del nuovo ‘A Lullaby For The Devil’; sinceramente non sappiamo se il promo diffuso dalla Inside Out contenga o meno il mixing finale dell’album (anche se pare che siano stati utilizzati tre mesi solo per questa fase)…fatto sta che l’output sonoro lascia molto a desiderare, tra chitarre eccessivamente ribassate, livelli della batteria scarsamente udibili con una cassa decisamente troppo effettata. È anche vero che musicalmente gli ingranaggi tornano a girare senza attriti per un album che si discosta abbastanza nettamente dai suoi predecessori con marcati rimandi alla tradizione metal (‘Here Come The Pigs’ o la classicheggiante ‘Further Down’) più che all’alternative vicino ai Tool che tanto aveva caratterizzato gli esordi della band. Il leader Devon Graves aveva affermato alla vigilia della fase compositiva che avrebbe voluto perseguire una strategia all’insegna del totale cambio di direzione: il primo avvincente passo verso questo obiettivo è la bellissima ‘Goodbye City Life’ che tra echi di Pain Of Salvation e folk (il tipico flauto è assoluto protagonista anche in ‘The Gossamer Strand’) si fa apprezzare fin da subito. Più spazio che in passato anche per le parti di chitarra solista (ad opera dello stesso Graves) quasi a non voler cancellare del tutto il passato a nome Psychotic Waltz; il cantante una volta noto come Buddy Lackey torna quindi a stringere le redini della sua creatura (l’interpretazioe magistrale in ‘Lost In You’ o le parti a più voci di ‘A Stairway To Nowhere’ ne sono la fiera testimonianza) dopo le défaillances dei due precedenti lavori lasciandoci un retrogusto amaro solo per la discutibile resa sonora che speriamo appunto non sia la stessa che si troverà sul CD acquistabile (è un consiglio!) nel nostro negozio di fiducia.

Voto recensore
7
Etichetta: Inside Out / Audioglobe

Anno: 2007

Tracklist:

01. Psychosphere

02. Goodbye City Life

03. Here Come The Pigs

04. Lost In You

05. A Stairway To Nowhere

06. The Gossamer Strand

07. Any Sign At All

08. Fear

09. Further Down

10. A Lullaby For The Devil


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login