Header Unit

Orange Goblin – Recensione: A Eulogy For The Fans

Dopo “A Eulogy for the Damned”, fortunato studio album del 2012, i quattro stoner britannici a nome Orange Goblin, decidono di immortalare il loro momento di grazia con questo live, “A Eulogy For The Fans”, disco, neanche a dirlo, strabordante di stoner massiccio e potente.

Dodici tracce, quindi, infarcite di quasi ogni clichè del genere, ma con un piglio aperto, a volte verso soluzioni care all’heavy metal più propriamente detto, a volte verso un suono doom più cupo e cadenzato.

E, così, privilegiando (come abbastanza consueto) canzoni dell’ultimo studio album, ma senza disdegnare episodi più remoti (si arriva ad attingere fino a “Time Travelling Blues”, seconda release della band), questo live procede spedito e massiccio, riproponendo tutta la setlist proposta allo scorso Bloodstock Open Air.

Cavalcate elettriche come “Red Tide Rising”, “The Filthy And The Few”, “Some You Win, Some You Lose” e “Quincy The Pigboy” si alternano, dunque, ad episodi più “meditabondi” come la blueseggiante (ma dai?) “Time Travelling Blues” o la cadenzatissima “The Fog”, nella più classica forma da live, senza, però, mai veramente avere un calo di tensione o aggressività.

Se i suoni distorti all’inverosimile e le ritmiche ossessivo/martellanti sono il vostro pane quotidiano, il consiglio è non lasciarsi sfuggire questo abbastanza esauriente compendio live degli Orange Goblin. In caso contrario, questo live potrebbe fungere anche come mezzo per muovere i primi passi all’interno del microcosmo della compagine inglese (per chi non la conoscesse), ma nulla di più.

For real fans only.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Candlelight Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Red Tide Rising

02. The Filthy And The Few

03. Ballad Of Solomon Eagle

04. Time Travelling Blues

05. Some You Win, Some You Lose

06. The Fog

07. Round Up The Horses

08. Acid Trial

09. They Come Back

10. Blue Snow

11. Quincy The Pigboy

12. Scorpionica


Sito Web: http://www.orange-goblin.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login