Tweaker – Recensione: 2 A.M. Wakeup Call

Chris Vrenna (a.k.a. tweaker) è il primo batterista dei Nine Inch Nails, che nel ’96 lasciò Trent Reznor & co. per avviare una carriera solista fino ad oggi fatta di un paio di dischi in studio, alcune produzioni e remix a nomi più o meno noti della scena pop. Ma quando Chris Vrenna si trova in casa davanti ad un computer e una manciata di sintetizzatori è in grado di esprimere la sua vena elettronica nel migliore dei modi. Il linguaggio utilizzato da tweaker è assolutamente intimo, malinconico, oseremmo dire "notturno". Non è un caso, infatti, che gli episodi di questo ‘2 a.m Wakeup Call’ siano stati scritti negli orari in cui mediamente le persone normali dormono. Al buio, Chris Vrenna lavora sull’elettronica che in questo caso padroneggia, anche se l’elemento rock sembra non mancare. Non mancano nemmeno i numerosi ospiti d’eccezione fra cui Will Oldham nella rockeggiante ‘Ruby’, Roberth Smith dei Cure nell’oscura ‘Truth Is’ e la vecchia conoscenza che va sotto il nome di David Sylvian in ‘Pure Genius’, pezzo in cui un trip-hop psichedelico si scontra con la pop-wave dei Depeche Mode più attuali. Sicuramente l’esperienza nei Nine Inch Nails ha lasciato un segno indelebile nel cuore artistico di tweaker, tanto che in ‘2 a.m Wakeup Call’ spesso e volentieri si assapora il lato più sensibile e riflessivo di Trent Reznor quando gioca con le chitarre acustiche (‘2 A.M.’) e la claustrofobia industriale (‘Movement Of Fear’). Questo nuovo lavoro di Chirs Vrenna (affiancato da Clint Wash) si pone fra elettronica e rock, certo, ma non disdegna altre contaminazioni (dark,new-wave, lounge) che in questo contesto si rivelano utili a rendere ‘2 a.m Wakeup Call’ una gemma incontenibile di musica sperimentale e – a suo modo – atmosferica. Ascoltate questo album di notte, quando le persiane sono giù e voi non riuscite a dormire…’Crude Sunlight’. Buongiorno.

Voto recensore
8
Etichetta: imusic / Pias / Self

Anno: 2004

Tracklist: 01. Ruby (feat. Will Oldham)
02. Cauterized
03. Worse Than Yesterday (feat. Mellowdrone)
04. Truth Is (feat. Robert Smith)
05. Remorseless
06. Pure Genius (feat. David Sylvian)
07. It's Still Happening (feat. Hamilton Leithauser)
08. 2 A.M.
09. Movement of Fear
10. Sleepwalking Away (feat. Nick Young)
11. The House I Grew Up In (feat. Johnny Marr)
12. Crude Sunlight (feat. Jennifer Charles)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login