Wolfen Reloaded: i dettagli del nuovo album, “Changing Time”

Comunicato stampa:

Uno dei progetti più conosciuti tra fine anni ’80 e inizio ’90, un largo seguito in Europa Centrale con epicentro quel sud della Baviera pieno di fermento e spirito rock, un sound micidiale e tanta qualità.
Questi erano i Wolfen che, come spesso succede in questo mondo, si persero all’apice del loro successo tra le tortuose strade della vita vissuta.
Quando qualche anno fa, il frontman Christian Freimoser rimise su la band col nome rinnovato di Wolfen Reloaded, non sapeva se quella macchina perfetta sarebbe tornata a funzionare.
Ma buon sangue non mente ed i Wolfen, nella versione Reloaded, tornarono ben presto a macinare chilometri e palchi di mezza Europa grazie al supporto di amici del calibro di Operation: Mindcrime, Thunder e Bonfire che hanno voluto questi navigati rockers bavaresi al loro fianco in tour.

Dopo questa gavetta 2.0, i Wolfen Reloaded sono pronti adesso a rilasciare un nuovo disco che sarà pubblicato dalla nostrana Volcano Records e distribuito in tutto il Mondo da The Orchard e per il mercato tedesco dalla potente Nova Distribution.

Il nuovo disco presentato come un mix di influenze dai Queensryche ai King`s X, dai Dokken ai Van Halen, si chiamerà “Changing Time” e sarà disponibile a partire dal 22 giugno.

Ecco la tracklist dell’album che sarà presentato ufficialmente in anteprima il prossimo 16 giugno allo storico Rockhause di Salisburgo:
1. Amazing
2. Promised Land
3. All the heroes
4. A million faces
5. Frozen
6. Tomorrow never comes
7. Judgement Day
8. All hope is lost
9. Cyber Nation
10. New Horizon

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login