Wacken Open Air 2017: confermati Max & Igor Cavalera, Ugly Kid Joe e The Dillinger Escape Plan

Il primo giorno d’inverno porta tre nuove conferme per il calendario dell’Avvento del Wacken Open Air 2017, in programma dal 3 al 5 agosto prossimi. Si tratta degli Ugly Kid Joe, dei The Dillinger Escape Plan e della coppia formata da Max e Igor Cavalera, che riproporranno il repertorio estratto dall’album dei Sepultura “Roots”. Per i The Dillinger Escape Plan invece è aggiunta sotto il nome dela band la dicitura “Last Geram festival show“.
Questo quindi il calendario aggiornato:

Aborted
Ahab
Amon Amarth
Annihilator
Apocalyptica
Architects
ASP
Aura Noir
Avantasia
Batushka
Beyond The Black
British Lion
Brujeria
Candlemass
Clawfinger
Crowbar
Cypecore
Dawn Of Disease
Dog Eat Dog
Emperor
Europe
Evil Scarecrow
Fit For An Autopsy
Grand Magus
Grave Digger
Hämatom
Heaven Shall Burn
Heldmaschine
Imperium Dekadenz
J.B.O.
Johnny Deathshadow
Kadavar
Kärbholz
Kissin’ Dynamite
Kreator
Kryptos
Lacuna Coil
Lords Of Black
Marilyn Manson
Max & Iggor Cavalera
Mayhem (setlist speciale)
Memoriam
Morbid Angel
Mortiis
Napalm Death
Nile
Orange Goblin
Paradise Lost
Possessed
Powerwolf
Primal Fear
Prong
Psychotic Waltz
Rage
Russkaja
Saltatio Mortis
Sanctuary
Serenity
Skull Fist
Snooze Button
Soilwork
Sonata Arctica
Steak NUmber Eight
Subway To Sally
Tankard
The Amity Affliction
The Boomtown Rats
The Dillinger Escape Plan
The Hirsch Effekt
Thundermother
Trivium
Turbonegro
Twilight Force
Ugly Kid Joe
UK Subs
Uli Jon Roth
Walls Of Jericho
Warpath
Warrant
Witchery
Wolfbrigade

wacken-open-air-2017

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login