Wacken Open Air 2015: il punto della situazione

Manca poco più di un mese all’inizio di quello che ormai da anni è uno dei festival più amati dai metallari europei. Stiamo parlando naturalmente del Wacken Open Air, che nel giro di poco meno di una settimana trasforma un tranquillo paese nelle campagne della Germania del nord in un luogo un po’ Mecca, un po’ luna park dove in moltissimi possono fare il pieno di musica e molto altro. Se infatti i concerti sono uno degli elementi portanti di Wacken, è ormai nota a tutti (anche a chi non c’è mai stato) la marea di eventi più o meno folkloristici che fanno da contorno ai concerti veri e propri, e la riprova del grande amore che i metal kids nutrono verso questo festival è dimostrato dal fatto che, da un po’ di anni a questa parte, i biglietti in vendita per l’edizione dell’anno successivo vengano venduti tutti nel giro di una manciata di ore, quando ancora il bill del festival è ben lungi dall’essere stato definito.
Attenendoci comunque all’aspetto più prettamente musicale, tutti sappiamo che l’edizione 2015 è stata presentata, come ormai d’abitudine da alcuni anni a questa parte, mentre l’edizione 2014 era ancora in corso, con l’annuncio dei due headliner più eclatanti. Se infatti la Trans – Siberian Orchestra un paio di passaggi nel nostro continente in anni recenti li ha fatti, la reunion dei Savatage dopo l’annunciato scioglimento successivo alla pubblicazione di “Poets And Madmen” è sicuramente il punto di richiamo principale per questa edizione. Il fatto che le due band si esibiscano in contemporanea nella serata di giovedì 30 luglio sui due palchi principali ha posto qualche interrogativo, ad esempio con chi si esibirà Jon Oliva, dato che è sì fondatore dei Savatage ma è anche una parte fondamentale della TSO (che comunque si è esibita anche senza il Mountain King), o come le due band si alterneranno sui rispettivi palchi, ma l’idea di fondo è che i due gruppi daranno vita a uno spettacolo senza precedenti. E chissà che non sia un modo per i Savatage di tornare in azione dopo un’assenza di oltre dieci anni…
Ad ogni modo, anche nei giorni di mercoledì 29, venerdì 31 luglio e sabato 1 agosto gli eventi di grande rilievo non mancheranno. Per i più nottambuli ci saranno i concerti da “living after midnight” con le esibizioni aventi inizio appunto dopo quell’orario di Shining, Subway To Sally, Cradle Of Filth e My Dying Bride, i fan del power metal avranno di che rifarsi le orecchie grazie alla presenza di Angra e Stratovarius, mentre la doppietta di Queensryche e Dream Theater, che si esibiranno uno di seguito all’altro nel pomeriggio di venerdì 31, soddisferà in pieno gli amanti del prog metal. Non dimentichiamo poi le esibizioni speciali, come quella degli U.D.O. che suoneranno accompagnati dall’orchestra Bundeswehr Musikkorps, o quella degli Amorphis, che ricorderanno l’uscita del loro celebre album “Tales From The Thousand Lakes”. E ancora, tantissimi altri nomi più o meno noti, per accontentare i fan di tutte le sonorità: dal rock blues dei The Quireboys agli In Flames, dalla grazia di Epica e Within Temptation alla storia del metal con i Running Wild e i Judas Priest, passando per Obituary e Suicide Silence, la scelta è ardua. E l’Italia? il nostro Paese sarà rappresentato dai romagnoli Ancient Bards, che apriranno le danze sull’Headbanger Stage nella tarda mattinata di venerdì 31, e dai toscani Deathless Legacy, in quanto vincitori dell’annuale Metal Battle. Insomma, anche quest’anno Wacken sta scaldando i motori per un’altra edizione memorabile. A questo proposito, l’imponente ed efficientissima macchina organizzativa si è messa in moto da parecchio tempo al fine di garantire il massimo agio possibile ai tanti partecipanti. Le ultime novità del sito ufficiale riportano ad esempio la possibilità di spedire con corriere il proprio bagaglio direttamente a Wacken e ritirarlo in sede, con uguale procedura per il viaggio di ritorno. Godiamoci i preparativi e pregustiamo quella che ancora una volta si appresta ad essere un’edizione in grande stile!

Wacken Open Air 2015

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login