Vinny Appice: “Mi piacerebber suonare per i Black Sabbath durante il The End Tour”

Vinny Appice non le manda certo a dire ad Ozzy, Tony e Geezer, esprimendo direttamente (e senza peli sulla lingua) il desiderio di poter salire nuovamente sul palco insieme ai Black Sabbath durante il “The End Tour“.

Intervistato da Mitch Lafon durante la trasmissione “One On One With Mitch Lafon”, Appice ha dichiarato:
Sono in contatto con Tony Iommi tramite e-mail. Controllo se sta bene e penso molto a lui da quando ha scoperto di essere malato. Mi tengo in contatto pur senza chiamarlo. Loro (i Black Sabbath n.d.a.) mi hanno sempre chiamato quando mi volevano per suonare…e in questa occasione nessuno ha chiamato. Credo che sarà ancora Tommy Clufetos a suonare per loro. Ma i problemi esistono, è una band differente, c’è uno staff diverso così come sono diversi i manager. E’ una famiglia diversa. Ed io penso che potrei averci molto a che fare con questa famiglia. E quando suonai con Ronnie James Dio, Tony e Geezer eravamo solo noi. Così come oggi con alla voce Ozzy potremmo essere solo noi. Non saranno gli Heaven And Hell con Ozzy alla voce, non sarebbe strano per niente quindi. Vorrei davvero suonare con loro, sarebbe bello. Così come sarebbe bello se anche Bill Ward potesse suonare con loro. C’è molta storia in questa band e io vorrei farne parte. Ne sarei onorato.

Appice si unì alla band di Iommi durante il tour di  “Heaven And Hell” e suonò negli album “Live Evil” (1982) and “Mob Rules” (1981) . Passò poi alla corte di Ronnie James Dio per gli album “Holy Diver” (1983), “The Last in Line” (1984), “Sacred Heart” (1985), “Intermission” (1986), e “Dream Evil” (1987). Nel 92 tornò nei Sabbath per “Dehumanizer” e ritornò alla corte di Ronnie  per “Strange Highways” (1994) e “Angry Machines” (1996).

Appice si riunì ai compagni Ronnie James Dio, Geezer Butler e Tony Iommi per l’album degli Heaven And Hell.

Vinny Appice

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login