Une Misere: uscito oggi “Sermon (Live)”

Comunicato Stampa:

Il 1° novembre 2019, gli islandesi UNE MISÈRE hanno pubblicato il loro esplosivo album SERMON su Nuclear Blast Records. La band ha celebrato il disco organizzando un release show all’IÐNÓ di Reykjavik, Islanda, e oggi svela l’audio e le riprese dal vivo di quel memorabile evento sotto forma di SERMON Live.

Gli UNE MISÈRE commentano:

Il 14 dicembre 2019 abbiamo suonato il nostro release show a Iðnó, Reykjavík. Abbiamo messo tutto nel concerto, sia fisicamente che mentalmente e la ricompensa è stata molto più di quello che ci aspettavamo. L’atmosfera all’interno di quel locale, la mentalità condivisa da tutti coloro che hanno partecipato e da coloro che stavano lavorando allo show – tutto è andato come doveva andare. Vogliamo ringraziare le persone coinvolte per averci aiutato a realizzare tutto questo. Il nostro ‘Sermon’ vivrà per sempre!

SERMON Live è ora disponibile per il download e lo streaming e i fan possono godersi le riprese complete del concerto su YouTube. L’album è stato registrato da Þorsteinn Gunnar Friðriksson e Leifur Örn Kaldal che si sono occupati anche del mixing. L’artwork è stato creato da Ingibjörg Soffía e include la fotografia di Ásgeir Helg.

Guarda il meraviglioso concerto dal vivo di SERMON qui

Ascolta in streaming/Scarica SERMON (Live) qui

SERMON Live track listing:

  1. SIN & GUILT (Live)
  2. SERMON (Live)
  3. OVERLOOKED – DISREGARDED (Live)
  4. BURDENED – SUFFERING (Live)
  5. FALLEN EYES (Live)
  6. BEATEN (Live)
  7. GRAVE (Live)
  8. FAILURES (Live)
  9. DAMAGES (Live)
  10. OFFERING (Live)
  11. SPIRAL (Live)
  12. VOICELESS (Live)
  13. CONDESCEND (Live)

“Sermon” è stato prodotto e mixato da Sky van Hoff (EMIGRATE, RAMMSTEIN, ecc.), mentre della masterizzazione si è occupato Svante Forsbäck. L’album è stato registrato da Marco Bayatl, Sky Van Hoff e Marco Kollenz. L’artwork è stato realizzato da Niklas Sundin (DARK TRANQUILITY).

Il prodotto di un’era moderna; la natura sonora degli UNE MISÈRE non può essere definita facilmente. Intrinsecamente pesante, la band si pone da qualche parte nel vasto spettro di blackened hardcore e metal aggressivo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login