Uncle Acid and the deadbeats: tre date in Italia con gli Scorpion Child

Comunicato Hub Music Factory:

Direttamente dall’Inghilterra, arrivano in Italia per tre date del loro tour europeo gli Uncle Acid and the deadbeats.

Nati nel 2009 a Cambridge da un’idea di Kevin Starrs, la band ha pubblicato ben quattro album in sei anni, unendo influenze che vanno dai Black Sabbath alla psichedelia ad una solida base stoner e doom metal.

Il loro suono ha tinte oscure e le loro liriche richiamano immaginari horror, teste mozzate e mani avvizzite, serial killer e guerra.

Il loro ultimo album, “The Night Creeper”, è stato pubblicato nel luglio 2015 da Rise Above Records, ottenendo fin da subito un ottimo successo di pubblico e critica. Da questo disco verrà estratto un nuovo singolo, “Pusher Man“, in uscita il 26 agosto, che avrà come lato b “Remember Tomorrow“, un brano cover degli Iron Maiden registrato da Liam Watson, già tecnico in studio per White Stripes e Tame Impala.

Non perdetevi questi tre appuntamenti se amate l’oscurità e lasciatevi trasportare dagli Uncle Acid nel loro universo parallelo in cui è sempre notte e dove tutto sembra essere uscito da un racconto di Edgar Allan Poe o da un incubo di Dylan Dog.

Domenica 23 Ottobre 2016
Circolo Colony | Brescia
Ingresso € 18,00 inclusi diritti di prevendita

Lunedì 24 Ottobre 2016
Quirinetta | Roma
Ingresso € 16,00 + ddp

Martedì 25 Ottobre 2016
Bronson | Madonna dell’Albero (RA)
Ingresso € 16,00 + ddp

uncle acid

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login