Max Cavalera: arriva in Italia “Bloody Roots”, la biografia

Comunicato stampa:

Max Cavalera con Joel McIver
BLOODY ROOTS
L’autobiografia – Dai Sepultura ai Soulfly

Ben lontana dall’essere l’ennesimo resoconto degli eccessi e stravizi dello stile di vita rock’n’roll, questa autobiografia è una storia di impegno, sofferenza, perdita e – infine – trionfo sugli ostacoli. Max Cavalera offre uno spaccato brutalmente onesto sia di cosa significasse crescere in Brasile circondato dalle avversità in cui si è ritrovato dopo la morte del padre, che degli sforzi per raggiungere il successo in un panorama non certo favorevole all’ascesa di una band metal come i Sepultura, da lui fondati insieme al fratello Iggor.

Per la prima volta viene raccontata in maniera esauriente la sua separazione dal gruppo (dopo la quale i due fratelli non si sono parlati per anni) e la conseguente formazione dei Soulfly. E Max non lesina i dettagli nemmeno quando si trova a parlare della morte di suo padre, del suo figliastro e di suo nipote; dei suoi problemi con alcol e antidolorifici, di cui era diventato dipendente; e della riconciliazione con il fratello Iggor che ha portato alla formazione dei Cavalera Conspiracy.

Max Cavalera ha senza dubbio una storia unica e straordinaria da raccontare, e lo fa con lo stile schietto e franco che lo contraddistingue. Bloody Roots è una lettura indispensabile per chiunque ami visceralmente il metal!

***

Max Cavalera è musicista professionista dal 1984 e ha girato il mondo svariate volte con le sue band. Ha fondato il gruppo thrash metal brasiliano Sepultura, tra i nomi più amati nella storia del genere, e in seguito gli altrettanto celebri Soulfly, con cui ha realizzato nove album e tantissimi concerti, con partecipazioni ai più importanti festival mondiali. Dal 2006 suona anche nei Cavalera Conspiracy, di nuovo insieme al fratello Iggor. Maggiori dettagli li potrete trovare nel libro che avete per le mani!

Joel McIver vive e lavora in Inghilterra, ed è al momento uno dei più affermati critici musicali rock in circolazione. Oltre a scrivere per numerose e blasonate riviste di settore è capo redattore di Bass Guitar. E scrive libri.

Dalla sua penna sono infatti usciti volumi dedicati a gruppi come Metallica, Slayer, Tool e Slipknot e, più recentemente, Machine Head e Kings of Leon. Musicalmente parlando, il suo cuore batte per il thrash della Bay Area, il death metal svedese ed il grindcore, ma non disdegna di ascoltare anche altri generi più o meno estremi. Per Tsunami Edizioni ha già pubblicato le biografie di Slayer, Black Sabbath, Tool, Cliff Burton, Randy Rhoads, Motörhead, Glenn Hughes, Rage Against The Machine e il volume I 100 più grandi chitarristi metal.

I Cicloni 21 – 256 pagine + 16 a colori – 16×23 – ISBN 978-88-96131-75-6 – 20,00 Euro

Max Cavalera - Bloody Roots - Tsunami Edizioni

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login