Top 5: Songs that will get you laid

Ci siamo! Anche quest’anno è arrivato San Valentino (o San Lavandino, o San Violentino, e via storpiando): la giornata dedicata ai cioccolatini, alle cene a lume di candela e ai bigliettini d’amore. Ma se siete allergici alla cioccolata, se la cera delle candele la usate per giochetti sadomaso e se l’unico biglietto che avete trovato è una multa per divieto di sosta, noi della redazione di Metallus abbiamo pensato anche a voi! Vi proponiamo quindi una raffinatissima selezione di cinque canzoni “alternative” (con relativo estratto da ogni testo) per dichiarare il vostro amore a una donna e che, speriamo, vi aiuterà a superare indenni questa giornata ad altissimo tasso glicemico.

Edguy – “Lavatory Love Machine” (Alessandro Battini)

“Keep your seat belf fastened
You’re whipping with an iron voice
You command
Uh mistress I am in your hands”

Motörhead- “Love Me Like A Reptile” (Ivan Cominelli)

“Hot tongue breaks in and out and I can’t believe my eyes,
And your soft white belly, next to mine,
Scaly baby, see you shine”

Thunder – I Love You More Than Rock ‘n’ Roll” (Anna Minguzzi)

“Its the way that you move baby
Such a dirty grind
Got a glimpse of tattoo baby
But I knew that you wouldn’t mind”

Mötley Crüe – “She Goes Down (Eva Cociani)

“It’s like connecting the dots
Start at the bottom, lick it to the top”.

Gli Atroci – “Voglio Vederti Morire” (Elena Chiappa/Selene Farci)

“Ti butto il pesce nel cesso e dopo mi confesso”.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login