Header Unit

Threshold: il video ufficiale di “Small Dark Lines”

Comunicato stampa:

Le icone inglesi del progressive THRESHOLD pubblicheranno il loro nuovo album “Legends Of The Shires” l’8 settembre su Nuclear Blast. In attesa di quest’uscita, la band è orgogliosa di presentare in anteprima il nuovo fantastico video, realizzato per la canzone “Small Dark Lines“. Il video è stato diretto da Sitcom Soldiers LTD, che ha sviluppato un’intrigante narrazione che coinvolge persone di estrazione diversa, le quali dipingono i propri corpi per simboleggiare i rimpianti della loro vita. Dell’acqua poi cade su di loro e lava via le linee, proprio come quando si cancella una lavagna.

Per quanto riguarda la canzone e il video, Karl Groom ha commentato:

Quelli di Sitcom Soldiers hanno craeto la giusta atmosfera nel nostro video ed è stato piacevole filmarlo. Siamo riusciti a trovare alcune eccellenti comparse e le abbiamo torturate con docce gelate. È fantastico avere di nuovo Glynn nella band: in ‘Small Dark Lines’ mostra tutta la sua potenza e versatilità. Questo singolo dà un’idea di ciò che sarà presente nel doppio ‘Legends Of The Shires’ in uscita l’8 settembre 2017.

La tracklist di “Legends Of The Shires” è la seguente:

CD 1:
1. The Shire (Part 1) 2:03
2. Small Dark Lines 5:24
3. The Man Who Saw Through Time 11:51
4. Trust The Process 8:44
5. Stars And Satellites 7:20
6. On The Edge 5:20

CD 2:
7. The Shire (Part 2) 5:24
8. Snowblind 7:03
9. Subliminal Freeways 4:51
10. State Of Independence 3:37
11. Superior Machine 5:01
12. The Shire (Part 3) 1:22
13. Lost In Translation 10:20
14. Swallowed 3:54

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login