The Dillinger Escape Plan: lunga pausa per la band dopo il nuovo album “Dissociation”

I The Dillinger Escape Plan pubblicheranno il prossimo 14 Ottobre il loro nuovo album “Dissociation”, che uscirà per Party Smasher Inc e che potrebbe essere, secondo quanto dichiarato dalla band, l’ultimo lavoro di studio prima di una lunga pausa.

Ecco le parole del chitarrista Ben Weinman:

“Siamo davvero emozionati per questo nuovo album, perchè il 2017 segnerà anche il 20esimo anniversario della band, ma non vogliamo arrivare al punto di fermarci perchè dobbiamo farlo o perchè le persone sono stufe di noi.
Non credo che saremmo potuti arrivare a 60 anni prima di fermarci, però non lo stiamo facendo ora perchè siamo incapaci di suonare, questo è certo. Per il tipo di show che facciamo, andare avanti non sarebbe realistico – io sto pian piano crollando – ma non importa, quando suoni, suoni. In quel momento non esiste altro e credo che quello che mi mancherà di più saranno proprio questi momenti. Proviamo tutt’ora una grande emozione quando saliamo sul palco e un senso di catarsi, perchè è una forma di espressione libera.
Proprio per questo, uno dei motivi per cui abbiamo deciso di fermarci ora è che sentiamo ancora quella sensazione grandiosa che controlla il nostro destino.”

In attesa di sapere cosa ne sarà della band, riportiamo di seguito la tracklist e l’artwork di “Dissociation”:

01. Limerent Death
02. Symptom Of Terminal Illness
03. Wanting Not So Much As To
04. Fugue
05. Low Feels Blvd
06. Surrogate
07. Honeysuckle
08. Manufacturing Discontent
09. Apologies Not Included
10. Nothing To Forget
11. Dissociation

The dillinger escape plan - dissociation

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login