The Devil Wears Prada: “Non siamo disposti a scendere a compromessi” (biografia)

Annunciata la pubblicazione di “Dead Throne” e mostrati i primi dettagli legati all’opera, i THE DEVIL WEARS PRADA pubblicano la nuova biografica ufficiale.

|| Dimenticate tutto quello che sapete dei THE DEVIL WEARS PRADA.

Quanto è possibile ascoltare in “Dead Throne“, quarto disco dell’abile formazione metal, si dimostra ben più ampio e bilanciato di ciò che “With Roots Above and Branches Below” (2009) e “Zombie” (EP, 2010) hanno presentato.

Dead Throne” segna un’evoluzione che va oltre al musica, una progressione profonda che coinvolge suoni e parole e che proietta i THE DEVILS WEAR PRADA verso nuovi territori. L’album contiene molto più che una dozzina di affilate e dirette tracce metal, presentando episodi impeccabili dal punto di vista tecnico ed esecutivo.

“Come sempre, i brani trovano forza in ciò che anima la mia passione“, spiega il frontman Mike Hranica. “Molti soggetti sono specifici e ben delineati questa volta, ed è un’evoluzione per me. Penso che il disco sia molto ‘lyrically intentional‘”.

Prodotto da Adam Dutkiewicz (KILLSWITCH ENGAGE) e registrato nel suo studio in Massachusetts, “Dead Throne” è il risultato di una collaborazione nata da reciproca ammirazione.

Siamo sempre stati in ottimi rapporti con Adam e quando abbiamo saputo che gli sarebbe piaciuto lavorare con noi non ci siamo fatti sfuggire l’occasione“, prosegue Hranica. “Siamo sempre stati incuriositi dal suo operato in studio e affidare ad Adam il nuovo album è stato del tutto naturale. Il suo impatto, per quanto riguardo suoni e produzione, è puro e la sua abilità sta nel catturare l’essenza della band e ridurre al minimo ogni possibile allusione priva di mordente: qualcosa che cercavamo da tempo. Non potrei essere più felice di quanto fatto da Adam; il suo intervento si è dimostrato essenziale per il suono cercato“.

I THE DEVIL WEARS PRADA | Mike Hranica (voce), Jeremy DePoyster (chitarra, voce), Chris Rubey (chitarra), Andy Trick (basso), James Baney (tastiere) e Daniel Williams (batteria) | hanno composto l’intero lavoro prima di entrare in studio con Dutkiewicz, uomo in cui credono e che rispettano.

Il ruolo di Adam sulla struttura e la riorganizzazione è stato essenziale. Ha accellerato alcuni brani, dimezzato le misure e scremato le parti non essenziali“, spiega Rubey. “Di solito questo non è quello che ci aspettiamo da un produttore, ma con Adam ha funzionato al meglio“.

Con “Dead Throne” i THE DEVIL WEARS PRADA alzano il tiro, elevando aggressività ed emozioni. “Dead Throne” è il risultato di un duro lavoro e di un’inevitabile crescita artistica, pronta a focalizzarsi sulle peculiarità della band e ad accentuare più che mai il doppio impatto canoro.

Il nostro obiettivo è offrire ai fan un prodotto coinvolgente e divertente, in grado di rispecchiare appieno ciò che siamo e ciò che amiamo suonare“, afferma Hranica. “Comporremmo diversamente se stessimo solo cercando di vendere un disco, ma non è così che funziona per noi. Non siamo disposti a scendere a compromessi“.

“Dead Throne” esprime tutto quanto solo accennato in passato e i fan, vecchi e nuovi, non faticheranno a interpretare il prodotto per quello che è: un viaggio brillante, emozionale e brutale guidato dal cuore di una band decisa a non conformarsi alle tendenze dettate dal mercato. In ultimo, “Dead Throne” trae forza da relazioni fallite e perseveranza nella fede.

L’album contiene diverse canzoni di amore perduto“, conclude Hranica. “Un tema poetico che ho sempre affrontato nei nostri brani. I miei più grandi modelli a livello artistico si rifanno a questo stile. Disgusto e amarezza fanno parte di quanto narrato, a testimoniare che la sola cosa a non cambiare nella nostra vita è la fede e il nostro credo in Dio. Un’amara prospettiva domina ‘Dead Throne’: il Mondo è morto e l’unica cosa che ci resta è il Signore“. ||

E, continuando a parlare di Mondo, i THE DEVIL WEAR PRADA si preparano a imporre la propria volontà in tutti i territori noti, come già avvenuto negli States. La band inizierà un importante tour che la vedrà protagonista in Europa nel 2011 e nel 2012, per poi tornare in America e proseguire alla volta di tutti i Paesi ancora da conquistare.

Dead Throne” disponibile dal 13 settembre.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login