The Crimson ProjeKCt: il 16 luglio a Cagliari

Comunicato stampa:

L’associazione culturale La Via Del Collegio presenta:

CAGLIARI 16 LUGLIO ARENA S.ELIA – CRIMSON PROJEKCT

Adrian Belew – voce, chitarra
Tony Levin – chapman stick
Pat Mastelotto – batteria
Markus Reuter – touch guitar
Julie Slick – basso
Tobias Ralph – batteria

La leggenda dei King Crimson raccontata da Tony Levin, Pat Mastelotto, Adrian Belew, che ancora oggi ne rappresentano il cuore pulsante, con il supporto dei tre straordinari artisti Markus Reuter, Julie Slick e Tobias Ralpah, a riproporre la formula doppio trio sperimentata dai King Crimson dal 1994 al 1997.
I King Crimson, fondamentali per l’evoluzione del rock contemporaneo, pubblicano nel 1969 il leggendario “In the Court of the Crimson King”, 33 giri di esordio: quando ancora non esisteva il concetto di rock progressive loro ne sintetizzavano già l’essenza. The Crimson ProjeKCt è senza dubbio una diramazione dei King Crimson. Il loro è un concerto magico che attraversa i classici degli anni ‘70 (“Red”, “Larks’ Tongues in Aspic Part II”), le pulsioni ritmiche degli anni ‘80 (“Elephant Talk”, “Frame by Frame”, “Indiscipline”, “Thela Hun Ginjeet”, “Sleepless”), le sperimentazioni ricercate e nervose dei ‘90 (“Thrak”, “B’Boom”, “Vrooom Vrooom”).

Il filo conduttore è da ricercarsi nei ProjeKCts di Fripp & Co., che dal 1997 in poi hanno caratterizzato la storia parallela dei King Crimson. Tony Levin e Adrian Belew entrano nei King Crimson nel 1981, Pat Mastelotto nel 1994. Levin e Mastelotto formano gli Stick Men nel 2009, Belew inaugura il suo Power Trio nel 2006. L’unione di queste forze permette la nascita della straordinaria formazione del Crimson ProjeKCt.

THE CRIMSON PROJEKCT
+ Grog feat. Joe Perrino
+ Luna Alcades & The Street College Band

@ ARENA GRANDI EVENTI – CAGLIARI

Apertura cancelli ore 19.00

Biglietti € 20.00 + d.p disponibili su boxol.it.

The Crimson Projekct

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login