Tax The Heat: il lyric video del singolo “All That Medicine”

Comunicato stampa:

I TAX THE HEAT pubblicheranno il nuovo album “Change Your Position” il 9 marzo 2018. “Change Your Position” segue l’acclamato debutto del 2016 “Fed To The Lions” e vede la band fare un passo in avanti dal punto di vista tanto compositivo quanto esecutivo. La miscela unica di blues rock e sonorità moderne e alternative rock ha conquistato una legione di fan. L’album cattura subito l’attenzione a partire da ‘Money In The Bank’ (primo singolo), passando per la sincopata ‘Playing With Fire’, il riff enorme di ‘Cut Your Chains’, il garage rock di ‘On The Run’, fino al groove lento di ‘All That Medicine’. “Change Your Position” è un disco davvero energico.

Oggi la band presenta il secondo singolo dell’album, ‘All That Medicine’, accompagnato da un lyric video.

Il cantante e chitarrista Alex Veale racconta la nascita della canzone:

Abbiamo iniziato a raccogliere le idee per quello che sarebbe diventato il nostro secondo album ‘Change Your Position’ e quando ci siamo messi a jammare sul riff di ‘All That Medicine’ tutto è diventato chiaro. Il disco è nato da qui. La canzone è ispirata in parte da ‘Fame’ di DAVID BOWIE. Sarà fantastico suonarla dal vivo.

Fin dagli esordi nel 2015, i TAX THE HEAT sono divenuti uno dei gruppi rock britannici più degni di nota. Il 2015 e il 2016 hanno visto i loro singoli tratti dal debutto “Fed To The Lions” dominare le playlist delle radio. Il gruppo ha suonato di spalla a CADILLAC 3, REEF, THE GRAVELTONES, BLACK STAR RIDERS, MASTERS OF REALITY, VIRGINMARYS e THUNDER e ha partecipato a diversi festival quali2000 Trees, Download, Calling e Ramblin’ Man Fair.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login