Swords of Baphomet: i dettagli del festival con Destroyer 666, Abigail e altri

Comunicato Cerberus Booking:

Arriva finalmente, nella sua prima edizione, un evento per gli amanti delle sonorità più dure, oscure e senza a compromessi: Swords of Baphomet!
La manifestazione vedrà alternarsi su entrambi i palchi del MU di Parma ben 9 band. A capo di un bill di tutto rispetto troveremo i DESTROYER 666, assenti da 3 anni dai palchi italiani tornano per un’unica data nazionale a supporto del nuovo Ep “Trialed by Fire”.
Insieme a loro, in esclusiva per l’Italia, arrivano i nipponici ABIGAIL! La band di  Yasuyuki e soci è un autentico culto tra i seguaci della fiamma nera, grazie anche alla qualità sempre molto alta delle loro produzioni sin dai tempi di “Intercourse & Lust”, una vera pietra miliare del genere.
A completare la strepitosa line up: DEAD CONGREGATION, combo greco con una fanbase sempre in crescita e una carriera in ascesa, NOCTURNAL GRAVESINCONCESSUS LUX LUCISVIOLENTORDRACONIS INFERNUM e altri ospiti che verranno annunciati a breve.

All’interno della struttura, oltre al merchandise ufficiale delle band presenti, troverete vari stand di CD, T-shirt, memorabilia e oggettistica, insieme ai punti ristoro dove si potranno gustare piatti freddi e caldi a prezzi popolari.

Swords of Baphomet
Sabato 26 Ottobre 2019
DESTROYER 666
ABIGAIL
DEAD CONGREGATION
NOCTURNAL GRAVES
INCONCESSUS LUX LUCIS
VIOLENTOR
DRACONIS INFERNUM
And more

Circolo Arci MU
Str. del Taglio, 2 – Parma

Biglietti:
25€ “early bird ticket” (disponibili fino alle 24:00 del18 settembre)
30€ in prevendita
35€ alla cassa la sera del concerto

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login