Sunn O))) + Ulver: la storia della collaborazione, primo sample e dettagli

I Sunn O))) e gli Ulver hanno unito le forze e realizzato un album insieme, intitolato “Terrestrials“, che uscirà in Nord America il 4 febbraio tramite Southern Lord.
Come ci avevano promesso nel comunicato di annuncio della collaborazione, le band ora ci raccontano la storia di come si è arrivati a questa alleanza e di come si sono svolte le registrazioni, i musicisti coinvolti e tutti i dettagli dell’album.

Di seguito è possibile ascoltare in streaming un estratto della terza composizione, intitolata “Eternal Return“.

La track list:

‘Let There Be Light’
‘Western Horn’
‘Eternal Return’

Di seguito le parole delle band:

Oslo, Norvegia, 10 agosto 2008. Dopo aver suonato all’Oya festival di fronte a 2000 persone, i Sunn O))) si sono recati nello studio degli Ulver ad Oslo, il Crystal Canyon, per una collaborazione tra le band. I due hanno registrato tre brani improvvisati nel corso della notte e hanno terminato all’alba, mentre la luce del sole del Nord filtrava attraverso le finestre.

Eravamo seduti nella sala console, la mattina presto, ad ascoltare la musica prodotta. Qualcuno ha detto “Ah, l’alba sul Crystal Canyon“, come se la notte fosse stata oscura. Abbiamo riso tutti e Greg ha pensato fosse un buon titolo. In quel momento sembrava perfetto. I ragazzi avevano accennato che avrebbero voluto orientare la musica in direzione della luce, come un pellegrino che perde la strada prima del sorgere del sole. Abbiamo mantenuto quel concept per l’elaborazione.

Il brano di apertura, “Let There Be Light“, passa dal silenzio oscuro ad un crescendo cerimonioso in otto minuti e introduce sia Anderson sia gli Ulver per come li conosciamo.

Western Horn” accelera su una singola ed austera nota di basso continuo ed evolve gradualmente creando una sonorità stregata.

Eternal Return” vede Rygg cantare un brano che evoca l’antica Grecia, l’Egitto e le terre bibliche. La canzone è palindroma, riecheggiando il testo, inizia e termina con la stessa linea di basso e modello musicale, anche se le chitarre restano ultime, invertendo la canzone come se implodesse su se stessa.

Dopo la sessione, gli Ulver hanno trascorso una quindicina di giorni a valorizzare le dinamiche delle registrazioni originali, aggiungendo le proprie capacità distintive di mix, senza mai andare a perdere le caratteristiche dei Sunn O))).

Le band hanno continuato a collaborare in ulteriori registrazioni di tromba, viola e violino al fine di migliorare e preservare l’atmosfera unica sorta dalla collaborazione. Nel corso di alcune di queste brevi visite, dopo che sono trascorsi anni dalla registrazione originale, le cose sono gradualmente evolute fino a diventare “Terrestrials“.

Sunn O))) Ulver

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login