Stone Sour: ascolta “Burn One Turn One” dall’edizione deluxe di “Hydrograd”

Oltre ad avere gettato le prime basi per un nuovo album, gli Stone Sour di Corey Taylor hanno in programma anche la pubblicazione, il prossimo 31 agosto per Roadrunner, di un’edizione deluxe del loro album “Hydrograd“, composto da due album e contenente brani acustici, live e rarità. Una di queste è “Burn One Turn One“, che è ora disponibile online.

Questa la tracklist e l’atrwork di copertina dell’edizione deluxe di “Hydrograd”:
Disc 1:
01. “YSIF”
02. “Taipei Person /Allah Tea”
03. “Knievel Has Landed”
04. “Hydrograd ”
05. “Song #3”
06. “Fabuless”
07. “The Witness Trees”
08. “Rose Red Violent Blue (This Song Is Dumb & So Am I)”
09. “Thank God It’s Over”
10. “St. Marie”
11. “Mercy”
12. “Whiplash Pants”
13. “Friday Knights”
14. “Somebody Stole My Eyes”
15. “When The Fever Broke”

Disc 2:
01. “Burn One Turn One”
02. “Bootleg Ginger”
03. “Live Like You’re On Fire”
04. “Subversive”
05. “Unchained”
06. “Bombtrack”
07. “Outshined” (Live at Sphere)
08. “Song #3” (Acoustic)
09. “Mercy” (Acoustic)
10.” Rose Red Violent Blue (This Song Is Dumb & So Am I)” (Acoustic)
11. “The Witness Trees” (Acoustic)
12. “Mercy” (Live at Sphere)
13. “Fabuless” (Live at Sphere)

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login