Steel Panther: “Non siamo una band parodia”, parola di Satchel

Potrebbe sembrare un paradosso, ma anche agli Steel Panther piace essere presi sul serio. Quello che non piace al chitarrista Satchel, come da lui dichiarato nel corso di una recente intervista, è il fatto di essere etichettati in generale e di essere considerati una band parodia, in particolare:

Detesto quando qualcuno prova a mettere una band in una categoria, perchè le categorie sono per le persone che lavorano nei negozi di dischi o che scrivono per Rolling Stones. Tutta questa merda è una stronzata. Credo che sia molto divertente quando qualcuno prova a etichettarci come una band parodia, perchè i nostri testi possono essere o non essere divertenti. Ascoltate “Ten Seconds To Love” dei Motley Crue. Quelle parole sonho del tutto ridicole, ma è un disco dei Motley Crue e quindi loro sono una band seria. Ascolto questa merda e penso: “Questa è merda divertente, quei ragazzi sono dei fottuti comici”. Mick Mars è un tipo divertente. Devo pensare che non lo sia? Noi potremmo anche scrivere dei testi divertenti, ma il succo del discorso è che non importa come categorizzi qualcosa, non importa se dici che si tratta di heavy metal, di fottuto jazz o di commedia di improvvisazione. Io non so come la chiama la gente. Tutto quello che so è che mi piace scrivere brani bellissimi.

Steel Panther_Alcatraz_Milano_Mairo Cinquetti-17

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login