Soundgarden: primi dettagli del documentario ufficiale

Il regista canadese Reg Harkema ha confermato a Bad Feeling Magazine che sta lavorando con Scot McFadyen e Sam Dunn sul documentario ufficiale dei Soundgarden.
Harkema si era già occupato insieme al duo di “Super Duper Alice Cooper“.

Di seguito un suo commento:

Per me Alice Cooper è stato un viaggio di scoperta, per qualcuno un viaggio nel passato per vedere che cosa è stato e come. I Soundgarden sono molto più vicini alla mia esperienza di appassionato di musica.

Le riprese del documentario dovrebbero iniziare quest’estate durante il tour della band da co-headliner con i Nine Inch Nails.

E’ un po’ complicato perché la band è in tour, ma il batterista Matt Cameron non sarà con loro quest’estate per via dei suoi impegni coi Pearl Jam. Ci sono alcuni concerti chiave che Matt sta per suonare, quindi stiamo cercando di mandare le telecamere per riprenderli. Penso che quando arriveranno a Toronto avremo sicuramente modo di registrare alcune interviste.

Il documentario dovrebbe coprire l’intera carriera della band, dai primi giorni nella scena dei club di Seattle fino alla loro rottura alla fine degli anni ’90 e la reunion nel 2010 che ha portato alla pubblicazione dell’album di ritorno, “King Animal“, uscito nel 2012.

Ci concentreremo principalmente sul periodo degli anni ’90. Probabilmente sarà per il 70-75% da metà degli anni ’80 fino alla rottura per poi riprendere dalla reunion ad oggi. Vorremmo sparare qualche speciale concerto, utilizzarlo magari come una spina dorsale strutturale. Stiamo cercando di includere tutte le interviste in modo da mostrare le emozioni nei volti. C’è tanta roba da trattare e tanta roba su cui possiamo approfondire per far emergere come si sono sentiti emotivamente in quei momenti.

soundgarden

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login