Slipknot: Thomson accusato di disturbo alla quiete pubblica

Continuano gli aggiornamenti circa la vicenda che ha visto Mickael “Mick” Thomson, chitarrista degli Slipknot, coinvolto in una rissa con suo fratello che gli ha inferto una coltellata ferendolo dietro la testa.

Thomson ora sta bene, ma dovrà vedersela con il tribunale dal momento in cui l’indagine della polizia sull’incidente ha concluso che sia Thomson, 41 anni, sia suo fratello Andrew, 31 anni, sono stati entrambi responsabili dell’assalto avvenuto l’11 marzo.

I due fratelli sono stati entrambi accusati di disturbo alla quiete pubblica e comportamenti violenti in luogo pubblico. In base alle leggi dello Ioea, il reato di disturbo alla quiete pubblica è un semplice reato, punibile fino ai 30 giorni di carcere, una multa che oscilla dai $ 65 ai $ 625, o entrambe le cose.

Secondo la polizia, l’alterco tra Mickael ed Andrew è iniziato all’interno della casa di Mickael a Clive, nell’Iowa e si è riversata nel cortile anteriore verso le 4.25 del mattino, in cui è diventata vera e propria rissa.

Quando gli ufficiali sono giunti sul luogo della rissa, i due uomini parevano intossicati e riportavano lesioni gravi ma senza mettere a rischio la propria vita. Mickael ha subito una pugnalata alla nuca.

mick thomson slipknot

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login