Slipknot: Joey Jordison rivela di aver lasciato la band a causa di una rara malattia neurologica

Joey Jordison, ex batterista degli Slipknot, ha parlato per la prima volta delle cause che lo hanno allontanato dalla band alla fine del 2013, e lo ha fatto lo scorso 13 Giugno in occasione dei Metal Hammer Golden Gods Awards, tenutisi a Londra.
Ritirando il premio, Jordison ha tenuto un commovente discorso in cui ha rivelato che la sua separazione dagli Slipknot è avvenuta in seguito alla diagnosi di una rara sindrome neurologica, la mielite trasversa, che ha affetto la sua capacità di suonare la batteria.
Ecco quanto dichiarato dal musicista:

“Voglio augurare ogni bene agli Slipknot, abbiamo raggiunto così tante cose insieme e auguro loro ogni bene. E’ una di quelle esperienze che rimarrà sempre fottutamente imbattibile. Adoro quei ragazzi…
Verso la fine della mia carriera negli Slipknot mi sono ammalato di una tremenda malattia nota come mielite trasversa. Ho perso le gambe. Non potevo più suonare. Era una forma di sclerosi multipla, una sindrome che non augurerei al mio peggior nemico. Mi sono rimesso in piedi e sono andato in palestra, ho cominciato delle terapie per poter battere quella fottuta merda.
E se io ho potuto farcela, potete farcela anche voi. E’ la cosa più dura che io abbia mai fatto in tutta la vita, più di qualunque altra.
A tutte le persone con la sclerosi multipla, la mielite trasversa o malattie simili, io sono la prova vivente che, cazzo, potete sconfiggere quella merda. E il fottuto metal e tutti i vostri supporter vi aiuteranno. Oggi come oggi, non scherzo, potete battere questa merda. Per il solo fatto che il metal vive nei vostri cuori, potete raggiungere qualunque obiettivo.”

joey jordison

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login