Sepultura: track-by-track di “The Mediator Between Head And Hands Must Be The Heart”

I Sepultura pubblicheranno il loro nuovo album, “The Mediator Between Head And Hands Must Be The Heart“, il 25 ottobre in Europa tramite Nuclear Blast Records.
Andreas Kisser ha commentato i brani che compongono l’album. Leggete di seguito:

Intro
In realtà è ciò che abbiamo fatto non appena siamo entrati in studio, con tutti i brani suonati insieme. E’ come se si stessero ascoltando le singole canzoni tutte in una volta. Suona così bene, così rumosoro e potente ed è il risultato di un incidente che ho avuto col mio computer. Ogni brano ha la sua traccia naturalmente ma quando per sbaglio ho avviato tutte le tracce insieme è venuta fuori una cosa forte e bella. Così ho deciso di farla ascoltare ai ragazzi che hanno apprezzato!

Trauma of War
Questa sarà la prima canzone dell’album ed è una delle canzoni più veloci e brutali che abbiamo mai scritto. La performance del nostro batterista Eloy è fantastica, ha dato una tale energia per la canzone che chitarre, basso e voce hanno tenuto alto il livello di brutalità. Di sicuro il nostro opener più forte di sempre. Ho scritto i testi ispirandomi ad amici che sono andati in guerra e sono tornati con qualche tipo di trauma. Un qualche tipo di disturbo col quale dovranno convivere per il resto della loro vita.

The Vatican
Un omaggio ironico al conclave che ha eletto il papa argentino Francesco I come successore di Benedetto XVI. Il brano ha alcune influenze death metal. Il testo racconta la storia di come è nato il Vaticano, con il sangue, con le orge, con gli omicidi, la corruzione, gli adulteri. Si tratta di uno dei testi più malvagi e perversi che abbia mai scritto.

Impendig Doom
Canto con un ritmo molto lento, con plettrate pesanti e ritmo basso. Il suo soprannome era “Puxada” a causa del caratteristico riff di chitarra. Questo è un brano molto pesante. I testi sono di Derrick. Tratta di maledette eredità che si tramandano di generazione in generazione. Che mondo stiamo lasciando ai nostri eredi?

Manipulation Of Tragedy
Un altro testo di Derrick. Parla di manipolazione collettiva attraverso una cultura incentrata sulla paura. Tratta di situazioni drammatiche e drastiche che giustificano alcune decisioni prese dai governatori anche al costo di limitazioni per la società. La canzone è nata dalla ritmica del drumming di Eloy. Sembra molto Sepultura, con influenze tipiche di diversi periodi della band.

Tsunami
Anche questo testo è scritto da Derrick ed è ispirato al fenomeno naturale e alle informazioni che riceviamo ogni giorno d’oggi attraverso il web e i media in generale. Uno tsunami è la forza più potente della natura. Più forte di qualunque terremoto, tornado o tempesta. Distrugge semplicemente tutto ciò che incontra. Il risultato è la distruzione totale, ma anche la pulizia totale, un nuovo inizio.

The Bliss Of Ignorants
Ancora una volta un testo di Derrick. Riguarda l’illusione creata nella società di essere liberi di fare ciò che vogliamo ma, in realtà, non è così. La libertà è limitata e parte da una società che vive sotto l’ignoranza, l’euforia, senza la consapevolezza di tutto ciò che la circonda.
Il brano si apre con le percussioni, basso e un suono groove. Il suo soprannome era “Brasuca“. E’ un mix tra la ritmica di “Roots” e “Chaos Ad“. Questo brano vede come ospite Fred Ortiz (ex batterista dei Beastie Boys).

Grief
E’ un brano che inizia con le chitarre pulite in una maniera che non abbiamo mai tentato prima. Penso che sia la più grande sfida di quest’album e ne è venuta fuori una cosa stupefacente. Ho scritto il brano ispirandomi ad un tragico indicente avvenuto in Brasile a gennaio 2013. Oltre 200 bambini sono morti a causa di un incendio all’interno di un night club. Il locale non aveva le giuste uscite di sicurezza e la maggior parte delle persone sono morte per asfissia. E’ stato terribile. La piccola città al sud del paese, dal quale proveniva la maggior parte delle persone, era totalmente in lutto. Ho scritto questo brano per onorare le vittime e le loro famiglie.

The Age of the Atheist
Questa canzone l’ho scritta ispirandomi ai momenti difficili che viviamo oggi e a quanto sia difficile credere nelle cose. Tante teorie di cospirazione si contrappongono ai rapporti ufficiali e creano tanta confusione. Tutte le religioni stanno allontanando l’altro come mai avvenuto prima, creando disaccordi invece di unioni. Noi dobbiamo credere nella nostra forza. Noi, come persone, abbiamo il potere di cambiare tutto e stiamo perdendo questa convinzione diventando insensibili e senza speranza.

Obsessed
Offerte e l’ansia da shopping. L’acquisto compulsivo di beni non necessari e conseguente accumulo di cose prodotte in modi non conformi alle regole e senza controllo. La gente non si preoccupa dell’origine di ciò che consuma. Vi è una eterna ricerca di soddisfazione attraverso il consumo, impedendo alle persone di evolversi nel modo in cui dovrebbero.
Questa traccia vede la partecipazione di Dave Lombardo. E’ un grande onore avere questo idolo e maestro nel nostro pezzo!

L’artwork, visibile di seguito, è stato realizzato dall’artista brasiliano Alexandre Wagner. L’album è stato registrato dal noto produttore Ross Robinson (Machine Head, Fear Factory) – che ha lavorato già con la band per la pubblicazione di “Roots” nel 1996 – e co-prodotto da Steve Evetts (The Dillinger Escape Plan, Symphony X, Incantation) – che ha lavorato con la band per “Roorback” (2003), “Revolusongs” (2002) e “Nation” (2001).

sepultura

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login