Septicflesh: live con orchestra in arrivo

Comunicato stampa:

Il gruppo greco symphonic death metal SEPTICFLESH annuncia con entusiasmo un unico evento dal vivo in cui sarà accompagnato da un’orchestra di oltre cento musicisti! Il concerto si terrà al Metropolitan Theater di Mexico city il 2 febbraio 2019 e verrà filmato per un DVD di futura pubblicazione. Non perdete l’opportunità di partecipare a quest’unica esperienza. I biglietti sono già in vendita.

La miscela unica di arrangiamenti sinfonici, elementi d’avanguardia, atmosfera e metal estremo ha attirato legioni di fan, fin dagli anni ’90. La serie di moderni album ormai classici come “Sumerian Daemons” (2002), “Communion” (2008), “The Great Mass” (2011), “Titan” (2014) e “Codex Omega” (2017) mostra come siano inarrestabili dal punto di vista creativo.

L’ultimo album dei SEPTICFLESH, “Codex Omega”, è il primo con l’ex DECAPITATED Kerim “Krimh” Lechner alla batteria. Mesi di duro lavoro e sperimentazioni hanno portato a un disco composto da dieci brani di oscura estasi sonora. Dal punto di vista lirico e musicale, “Codex Omega” è il lavoro più infernale mai prodotto dai SEPTICFLESH finora. L’album è stato prodotto dall’acclamato produttore Jens Bogren (OPETH, AMON AMARTH, KREATOR). Oltre alla parte orchestrale, interpretata ancora una volta dall’orchestra Filarmonica di Praga, la band ha utilizzato strumenti tradizionali come l’Oud e il Duduk e una chitarra elettro-acustica a dodici corde, contribuendo così a creare un’atmosfera mistica in queste composizioni. Come sempre “Codex Omega” è dominato da implacabili riff death e melodie tenui, marchi di fabbrica dei SEPTICFLESH.

SEPTICFLESH sono:
Seth (brutal vocals, basso)
Christos Antoniou (chitarra, orchestrazioni)
Sotiris V. (chitarre, clean vocals)
Kerim “Krimh” Lechner (batteria)

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login