Scour: ascolta il singolo “Propaganda”

Comunicato stampa:

I professionisti del metal estremo SCOUR svelano il nuovo singolo ‘Propaganda’. La malvagia canzone è tratta dall’attesissimo “The Black EP”, in uscita il 27 novembre, giorno del Black Friday.

Anselmo commenta:

Siamo stati inondati di propaganda per tutta la vita. I tempi moderni non sono diversi e questa canzone ribadisce il concetto. Se prendessi una canzone come ‘5 Minutes Alone’ e la tagliassi con spezzoni di Steve Martin e Cheech $ Chong, avrebbe lo stesso senso del video degli SCOUR ‘Propaganda’. Un paio dei miei preferiti di tutti i tempi, Boris Karloff e Vincent Price, possono essere visti negli spezzoni di alcuni film horror degni di nota.

Engemann aggiunge:

Il nostro secondo estratto da ‘The Black EP’ ‘Propaganda’ colpisce i sensi in maniera impenitente.

Gli SCOUR – ovvero Philip H. Anselmo (Pantera, Down, En Minor, ecc.), John Jarvis (Agoraphobic Nosebleed), Derek Engemann (Philip H. Anselmo & The Illegals), Mark Kloeppel (Misery Index) e Adam Jarvis (Pig Destroyer, Lock Up) – hanno debuttato con il feroce singolo ‘Dispatched’“The Grey EP”, pubblicato dall’etichetta di Anselmo stesso, Housecore Records, è uscito nel 2016, seguito da “The Red EP” nel 2017. “The Black EP” completa la trilogia ed è senza dubbio il più feroce lavoro mai realizzato dal gruppo.

Gli SCOUR hanno già pubblicato il primo singolo, ‘Doom’.

“The Black EP” è stato mixato e masterizzato da Ryan Vincent all’Apollo Audio Alternative con le voci e la batteria registrate da Stephen “Big Fella” Berrigan (Down, Philip H. Anselmo & The Illegals, Eyehategod). L’EP vede la partecipazione in qualità di ospiti di Erik Rutan degli Hate Eternal, Pat O’Brien dei Cannibal Corpse, e l’attore Jason Mamoa (Dune, Game Of Thrones, Aquaman, ecc.).

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login