Scott Weiland: “senza me non sono ‘Stone Temple Pilots'”

Scott Weiland, frontman degli Stone Temple Pilots, ha rilasciato la seguente dichiarazione attraverso la sua pagina Facebook:

Una lettera per i miei fans,

Come tutti voi, ho letto che la mia band, gli Stone Temple Pilots, si sono esibiti lo scorso weekend con un nuovo cantante. Ad essere sincero questo mi ha colto di sorpresa. E mi ha ferito.

La band che ha suonato lo scorso fine settimana non era gli Stone Temple Pilots ed è stato scorretto che si sia presentata come tale.

Prima di tutto gli altri membri della band non hanno il diritto legale di chiamarsi STP visto che io sono ancora un membro della band. E, ancora più importante, non hanno il diritto etico di chiamarsi Stone Temple Pilots, perché è fuorviante e disonesto nei confronti dei milioni di fans che ci hanno seguito per tanti anni.

Quanto a me, non mi proporrei mai come Stone Temple Pilots ma come Scott Weiland. I fans meritano di sapere ciò che vanno a vedere.

Come in ogni band che sta in piedi a creare musica per più di due decenni.. gli STP avevano un’alchimia speciale: noi quattro insieme eravamo qualcosa di più grande di ognuno di noi preso singolarmente.

Quindi, se i miei ex compagni vogliono andare in tour con un nuovo cantante.. questa è la loro prerogativa.

Non me ne frega un cazzo di come si possono denominare, ma di sicuro non possono chiamarsi Stone Temple Pilots.

Scott Weiland

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login