Scott Weiland: le cause della morte del cantante

I risultati degli esami tossicologici disposti dopo la morte di Scott Weiland, ex vocalist di Stone Temple Pilots e Velvet Revolver, hanno rivelato che la causa del decesso del cantante è da attribuire ad un’overdose di cocaina, ecstasy e alcool.
Scott Weiland è stato trovato morto sul suo tour bus poco prima del concerto che avrebbe dovuto tenere in Minnesota lo scorso 3 Dicembre. Sul bus sono state ritrovate una serie di sostanze stupefacenti e psicofarmaci, quali cocaina, Xanax, pillole contro l’insonnia, Viagra, antidolorifici a base di oppio e Ziprasidone (usato per la cura dei disturbi bipolari e della schizofrenia).
Stando ai referti degli esami svolti, l’abuso di droga, farmaci e alcool sarebbe stato aggravato da una forma di cardiopatia e dall’asma da cui Weiland era affetto.

Scott Weiland

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login