Scott Ian: “Le persone non si parlano più; si mandano dei fottuti sms”

A quanto pare le star del metal sembrano nutrire un odio davvero profondo nei confronti degli sms. Dopo l’exploit fresco di giornata di David Draiman dei Disturbed e le parole di Sebastian Bach della scorsa estate, anche Scott Ian ha espresso in una recente intervista il suo personale odio nei confronti della dipendenza da telefono cellulare.
Ecco quanto dichiarato dal chitarrista degli Anthrax:

“Io preferisco andare fuori e non spendere ogni minuto della mia vita davanti al telefono o allo schermo di un computer. Se sono in macchina a fare un tour di una città, preferisco guardarmi intorno piuttosto che tenere la testa bassa sul telefono e preferisco fare compere in un negozio fisico piuttosto che online. Preferisco andare al cinema invece che guardare film dallo schermo del mio portatile e preferisco leggere un vero libro piuttosto che da un Kindle.
Se vai in un qualunque posto pubblico del pianeta, vedi solo centinaia di persone che fissano i loro telefoni. Non è un problema dell’industria musicale, è un problema dell’umanità. Credo che la tecnologia e Internet ci stiano trasformando in una specie antisociale in cui le relazioni umane si stanno perdendo. Le persone non si parlano più; si mandano dei fottuti sms. Ecco cosa è diventato il mondo. E che cosa ci sarà dopo? Il mondo è un posto molto diverso da com’era prima che ci fosse Internet.
Questo è il modo in cui voglio vivere la mia vita. So che altre persone preferiscono vivere diversamente e non dirò a nessuno cosa fare con le proprie vite.”

Ian ha poi parlato di come lui e la moglie Pearl Aday, figlia dell’attore e musicista Meat Loaf, abbiano deciso di educare il figlio di quattro anni Revel Young Ian a non dipendere dalla tecnologia:

“Ascoltate, imparare ad utilizzare la tecnologia al meglio delle sue potenzialità è una necessità nella nostra società. Non puoi tenere i tuoi figli lontano da questo, perchè dovranno crescere, andare a scuola e cercare un lavoro.
E non puoi vivere in questo mondo ed essere un adulto funzionale senza saper utilizzare la tecnologia. Quindi non puoi tenerli del tutto lontani dalla tecnologia, ma puoi certamente limitare la loro esposizione e assicurarti che tuo figlio passi del tempo fuori casa a giocare. Per me questo è molto più importante che sapere che usa un fottuto telefono per guardare foto di Iron Man LEGO.”

scott ian

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login