Sacred Reich: ad agosto il nuovo album “Awakening”

I Sacred Reich pubblicheranno il loro nuovo album intitolato “Awakening” il prossimo 23 agosto tramite Metal Blade Records. Si tratta del primo album a distanza di ben 23 anni dal predecessore “Heal”. Un’anteprima dalla release, la title track e il relativo video ufficiale, è ora disponibile in streaming.

Il full length, prodotto da Arthur Rizk (Power Trip, Cavalera Conspiracy) e masterizzato da Maor Appelbaum, vede il ritorno dietro le pelli del batterista Dave McClain, in forza nei Sacred Reich tra il 1991 e il 1997 e l’ingresso del nuovo chitarrista Joey Radziwill. Il frontman Phil Rind a tal proposito ha commentato:

Dave è un ottimo batterista e una gran persona. Suona tutti i giorni per migliorarsi come batterista e quando dico tutti i giorni, intendo dire letteralmente tutti i giorni. La sua etica di lavoro è da esempio. Una volta raggiunto un obiettivo o un risultato rimane sempre aperto per poter migliorare e imparare. Joey, dal canto suo, ha apportato un livello molto alto dentro la band in termini di talento musicale, solidità e freschezza. Lui ci offre la possibilità di vedere le cose da prospettive differenti e noi tutti siamo rimasti piacevelmente colpiti da ciò che riesce a fare con la chitarra e dalla facilità con cui suona.

Riguardo al nuovo lavoro Rind ha aggiunto:

Diciamo che avevamo da tempo una vaga idea relativamente a come dar vita a questo disco: volevamo comporre canzoni veloci e potenti per onorare tutti nostri fan che ci hanno sempre supportato e portato a questo punto. Volevamo che tutto avvenisse in maniera molto naturale senza forzare nulla e devo dire che siamo riusciti a dare vita a quello che consideriamo essere il nostro miglior lavoro. Ovviamente speriamo che possa piacere a nostri fan, ma anche se non dovesse essere così non cambia niente per noi in termini di sensazioni che proviamo per questo disco e per tutto il lavoro che abbiamo svolto.

Di seguito tracklist e artwork:

“Awakening”
“Divide & Conquer”
“Salvation”
“Manifest Reality”
“Killing Machine”
“Death Valley”
“Revolution”
“Something To Believe”

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login