Riverside: i dettagli della data italiana al Circolo Magnolia

Comunicato stampa:

This Is Core e Circolo Magnolia sono orgogliosi di presentare il ritorno dei RIVERSIDE, il 17 marzo al Circolo Magnolia di Milano.

I Riverside si formarono nel 2001 grazie all’incontro tra il chitarrista Piotr Grudziński e il batterista Piotr Kozieradzki, entrambi musicisti in gruppi giovanili legati all’heavy metal ma che condividevano la passione per il rock progressivo. Al termine del 2001 fu arruolato in formazione il tastierista Jacek Melnicki, il quale portò nella formazione anche il cantante e bassista Mariusz Duda. Nel febbraio 2004 i Riverside hanno annunciato la firma con la Laser’s Edge, che il 21 settembre ha ripubblicato l’album negli States e nel resto del mondo con una nuova copertina curata da Travis Smith. In seguito il gruppo ha firmato un contratto con la Inside Out Music per la distribuzione dei propri dischi in Europa e in America, realizzando nel 2005 “Second Life Syndrome“, nel 2007 “Rapid Eye Movement“, e nel 2009 “Anno Domini High Definition” che, con un inaspettato cambio di stile, ha per la prima volta diviso la schiera dei fan. Il 21 febbraio 2016 il chitarrista Piotr Grudzińki muore a causa di un attacco cardiaco fulminante. Il 23 settembre 2016 il gruppo ha annunciato di proseguire la propria attività musicale come trio, senza quindi cercare un nuovo chitarrista. Nel 2019 presentano il nuovo album con una imperdibile unica data al Circolo Magnolia di Milano.

Ingresso riservato ai soci Arci

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login