Ride The Bosone – La particella di Dio è Metal!

Riportato da Focus.it.

Per scoprire come passano il tempo libero gli scienziati del CERN, basta guardare il filmato qui sopra – che non è il videoclip musicale di una band heavy metal, ma il divertente esperimento di Piotr Traczyk, fisico in forze al centro di ricerca da dieci anni e appassionato di chitarra da oltre venti.

DALLA FISICA ALLA MUSICA. Unendo le sue due passioni, Traczyk ha fatto suonare il rock nientemeno che alla “particella di Dio“. Partendo dai dati presentati durante il fatidico seminario del 4 luglio 2012, quando fu annunciata la scoperta del bosone, ha convertito due grafici (nello specifico quello del canale in quattro leptoni e quello del canale gamma-gamma) in due sequenze di note, rapportandole su una scala cromatica (ossia composta da dodici semitoni). Riprodotte alla velocità giusta, suonavano nelle sue orecchie come i riff di una canzone metal.

Detto, fatto: Traczyk ha composto la partitura della canzone del bosone, arrangiando le due parti di chitarra in modo da renderle un pezzo coerente e inserendo basso e batteria. D’altra parte, come dice nel suo blog dove spiega nel dettaglio la procedura che ha utilizzato: «È pur sempre una canzone metal, in fin dei conti!»

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login