Header Unit

Phil Anselmo: la reazione del mondo metal al suo gesto razzista

Phil Anselmo, ex frontman dei Pantera e attualmente vocalist dei Down e dei Superjoint, torna a far parlare di sè. Tutto è cominciato lo scorso 22 Gennaio quando, in occasione del concerto di beneficenza in memoria di Dimebag Darrell tenutosi al Lucky Strike Live di Hollywood, Phil ha eseguito il saluto a braccio teso tipico dell’estrema destra e ha urlato le parole “White Power”. Il gesto ha causato molto scalpore e il buon Anselmo ha rilasciato una dichiarazione in cui si è detto nient’affatto intenzionato a scusarsi, oltre ad attribuire il suo exploit ad uno scherzo legato al vino bianco che circolava nel backstage.
Il mondo metal si è però subito espresso in termini duri nei confronti della bravata dell’ex membro dei Pantera, a partire da Robb Flynn, vocalist dei Machine Head, che ha fortemente stigmatizzato il gesto in un video di 11 minuti postato sul suo canale YouTube e indirizzato a Phil.
Ecco quanto dichiarato da Flynn:

“Io ero lì e posso assicurarvi che non c’era alcuna bottiglia di Chardonnay o Pinot Grigio nel backstage. L’unica cosa che hai bevuto, Phil Anselmo, era birra tedesca Beck’s. Magari lo scherzo è venuto da lì: birra tedesca, potere ai bianchi. E’ una cosa fottutamente folle.
Mi sono imbattuto in Phil nel backstage e abbiamo parlato un po’ della possibilità di suonare insieme un paio di canzoni dei Pantera. In 30 secondi, questo cazzone ubriaco ha deciso di farmi sapere con chiarezza che ha odiato la fase ‘negra’ dei Machine Head, in riferimento al nostro terzo album ‘The Burning Red’. Gli ho riso in faccia.
Io non riesco a capire come si possa tollerare una merda del genere. Non riesco a capire come la si possa definire anche solo lontanamente accettabile.
Non c’è posto per questo nel metal. E se mai ci fosse, io me ne chiamo fuori.
Arrivederci, Phil Anselmo. E alla comunità metal che approva queste cazzate, ci vediamo. Io non voglio esserne parte in nessun modo.”

Mike Schleibaum, chitarrista dei Darkest Hour ha rilasciato una dichiarazione a supporto delle parole di Flynn:

“Il video di Robb mi ha ricordato perchè per noi sia stato un onore andare in tour con i Machine Head.
Robb è brutalmente onesto in questo video. So che gran parte delle persone lo guarderà e se ne fregherà, ma i Pantera significano molto per me, la musica significa molto per me, e l’heavy metal è la mia vita.
Non ho niente da aggiungere a quanto detto da Robb. Non voglio fare il moralista e noi, come band, siamo orgogliosi del fatto di avere amici e fan che la pensano diversamente su molte cose…ma per me il razzismo non ha alcun posto nel metal. Il metal, il punk, l’hardcore e qualunque alto tipo di musica dovrebbero unire.
L’onesta e la sincerità nella musica di oggi sono difficili da trovare, per cui grazie Robb per essere sincero al 100%.”

Infine, anche gli statunitensi All Shall Perish hanno rilasciato una forte dichiarazione di condanna del gesto razzista di Anselmo:

“Consideriamo i Pantera come la più grande band metal di tutti i tempi, ma non dobbiamo avere paura di giudicare i nostri eroi. Le azioni di Phil e le sue scuse codarde sono disgustose e inaccettabili, nonchè contrarie a qualunque etica punk, metal o undergorund in cui crediamo.
Non esistono divinità, padroni, e di certo neanche razze sovrane.
Qualunque giustificazione della superiorità dei bianchi ignora profndamente tutto ciò che riguarda la storia, gli effetti sistemici e l’impatto del razzismo dello stato, le leggi Jim Crow, la segregazione razziale e la schiavitù.
Se avete degli amici di colore, parlatene con loro e cercate di assumere la giusta prospettiva delle cose.
Il razzismo e le sue istituzioni sono una macchia sulla cultura americana. Allo stesso modo, le azioni di Phil sono una macchia sull’eredità lasciata dai Pantera, sulla memoria di Dimebag e sulla comunità metal nel suo insieme.”

Machine Head - robb flynn

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Matteo

    Non capisco in base a cosa Rob dice che la comunita Metal approva queste cose.. bah..

    Reply
  2. Omar

    Rob la pianti di fare il Profeta, il Metal è di tutti, pro o contro le ideologie, non è fatto di messaggi buonisti o presunte intenzioni unioniste di alcun genere. Metal,Punk;hardcore sono musica per tutti, e intendo TUTTI. Bono Vox e i suoi proclami da proletario coi miliardi in tasca non fa metal, fa pop-rock e realizza i sogni di MTV ,Rob aggregati pure se vuoi alla carovana del volemose bene. Phil dice quello che gli pare, condivisibile o no, basta comportarsi di conseguenza. E basta con sti processi educativi,non servono a nessuno, lasciamo la MUSICA a chi la ascolta, senza influenze buoniste.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login