Paul Stanley: “Dee Snider è un wannabe!”

Ancora polemiche nel dorato mondo del rock ‘n’ roll: questa volta a darsele di santa ragione sono stati Paul Stanley e Dee Snider.

Tutto è cominciato con le dichiarazioni del cantate dei Twisted Sister, che ha definito l’attuale lineup dei Kiss un “insulto” durante l’Eddie Trunk’s Show.

Non capisco come la gente possa accettare questa lineup. Tommy Thayer? Mi dispiace, è insultante! Non solo ha suonato in una tribute band dei Kiss, ma imita Ace Frehley per tutto il concerto!

Non si è fatta attende la piccata risposta dello Starchild dei Kiss che, durante il Talk Is Jericho’s Chris Jerico, ha risposto per le rime a Dee Snider definendolo niente più che un “wannabe

Mettiamo le cose in chiaro: Dee Snider è un wannabe, è sempre stato un wannabe ed è alla disperata ricerca di attenzioni e di considerazione. Questo non accadrà mai, perchè lui e tutta la sua band sono una manica di buffoni

Sempre durante Talk Is Jericho’s Chris Jerico, Stanley ha affermato che lui e gli altri membri dei KissNon sono mai stati amici“.

Non siamo mai stati amici, ma non intendiamola in senso dispregiativo. Intendo dire che siamo persone molto differenti con interessi e vite diverse. Non ci frequentiamo al di fuori del tour a parte lo stretto necessario. Ci siamo divertiti, ma essere in tour vuol dire suonare e fare sesso. E onestamente non ho mai voluto gli altri ragazzi attorno durante la seconda parte. Eravamo una gang. Sentivamo una parentela. Ci sentivamo speciali. Eravamo i Kiss.

45-Kiss-11 giugno 2015-Verona-ArenaAnna Minguzzi

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login