Paul Gilbert: il nuovo album “I Can Destroy” a maggio

Comunicato Stamap:

Dallo shred dei RACER X alla fama con i MR. BIG, ladies and gentleman, la leggenda delle sei corde, PAUL GILBERT!

Il 27 maggio 2016 sarà pubblicato il nuovo album solista del chitarrista americano, ‘I Can Destroy’, su etichetta earMUSIC, precedentemente pubblicato per il mercato giapponese, dove l’artista ha riscosso un notevole successo con tutti i suoi progetti paralleli.

Lo stile di PAUL GILBERT è una rara combinazione di tecnica, creatività e potenza, amalgamata dal suo famoso sense of humor e dalla passione per la musica.

Ciononostante PAUL è famoso non solo per i suoi lavori con MR. BIG e RACER X ma anche per aver partecipato al tour del G3 con un’altra leggenda della chitarra, Joe Satriani, e per la collaborazione con il batterista Mike Portnoy a numerosi tributi e per la realizzazione della sua signature guitar Ibanez PGM e delle chitarre Fireman.

‘I Can Destroy’ è il diciottesimo album solista. L’album contiene 13 tracce molto diverse fra loro. La band che ha accompagnato il chitarrista nella registrazione è formata da Freddie Nelson e Tony Spinner alle chitarre e voci, Kevin Chown al basso e Thomas Lang alla batteria, mentre la produzione è stata affidata allo storico Kevin ‘The Caveman’ Shirley (Aerosmith, Iron Maiden, Rush, Black Country Communion e Journey solo per citarne alcuni).

‘I Can Destroy’ sarà disponibile dal 27 maggio 2016 in versione CD e digitale. Di seguito la tracklist:

TRACKLIST

  1. Everybody Use Your Goddamn Turn Signal
  2. I Can Destroy
  3. Knocking On a Locked Door
  4. One Woman Too Many
  5. Woman Stop
  6. Gonna Make You Love Me
  7. I Am Not the One (Who Wants To Be With You)
  8. Blues Just Saving My Life // 9. Make It (If We Try)
  9. Love We Had
  10. I Will Be Remembered
  11. Adventure and Trouble
  1. Great White Buffalo (Bonus Track)

Paul-Gilbert_I-Can-Destroy_Cover

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login