Ozzy Osbourne: triste per l’assenza di Bill Ward

Sembrano non essere ancora finiti, e probabilmente andrà avanti fino alla fine del The End Tour, i commenti riguardanti l’assenza di Bill Ward dai Black Sabbath per il loro tour d’addio. Dopo una serie di botta e risposta a distanza, e dopo che l’ex batterista dei Sabbath ha annunciato di avere fondato una band per conto proprio, è ora Ozzy Osbourne a far tornare in scena il nome di Bill Ward, e lo fa questa volta con toni malinconici, dichiarandosi triste per la sua assenza dal The End Tour, nonostante il batterista attuale, Tommy Clufetos, stia facendo un ottimo lavoro.

Mi sto divertendo molto in questo periodo. Probabilmente la penserò in modo diverso quando saremo all’ultimo show. Di solito quando andavo on the road mi risentivo sempre per qualcosa, ma adesso mi sto divertendo. Nessuno di noi si droga o si ubriaca e stiamo facendo degli ottimi concerti. Sono triste però perchè Bill non ci ha mai dato una mano. Ogni volta che mi avvicino a lui, finisce che Bill mi urla contro per qualcosa.

Ad Ozzy è stato anche chiesto se sia possibile, come era stato ventilato da alcune voci a inizio agosto, che Ward prenda parte in qualche modo ai concerti conclusivi del The End Tour, il prossimo febbraio nella nativa Birmingham. Ecco la sua risposta:

Non lo so. Se si riuscisse a sistemare qualcosa, sarebbe fantastico. Tommy sta facendo un ottimo lavoro.

Considerato però che lo stesso Ward ha ribadito di recente che non prenderà parte a nessuna delle date del tour, sembra che non si possa andare oltre il dispiacere di Ozzy. Del resto, mai dire mai…

Black Sabbath

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login